Razze di cani di piccola taglia

Spesso i cani piccoli hanno la brutta reputazione di essere iperattivi, difficili da addestrare e di abbaiare tanto, ma generalizzare è impossibile – in questo come in qualunque altro campo. Di sicuro i cani toy o i nani hanno una personalità accentuata ma ciò non significa che non siano ottimi compagni e che non possano convivere amorevolmente in una casa in cui sono presenti bambini o altri animali.

Il vantaggio delle razze di cani di piccola taglia è che non hanno problemi a vivere in appartamento, d’altronde per loro tutto è esponenzialmente grande e anche un bilocale è una reggia – soprattutto se ad arredarla c’è moltissimo amore.


pastore-tedesco

Ti potrebbe interessare >>>>  Le 12 Razze Di Cani Grandi

I-12-Migliori-Cani-Da-Appartamento

Ti potrebbe interessare >>>>  I 12 Migliori Cani Da Appartamento


Le 62 razze di cani di piccola taglia

In realtà molte delle razze canine più piccole hanno un’aspettativa di vita maggiore rispetto ad altre razze più grandi, perfino di 20 anni. Ma prima di buttare tutto in un unico calderone (o “ciotolone”), osserviamo più da vicino tutte le peculiarità delle singole razze di cani di piccola taglia.


1. Chihuahua

I Chihuahua sono originari dell’America centrale e del sud, sono i diretti discendenti di una razza autoctona antica chiamata Techichi. Il loro peso si aggira attorno ai 2 – 3 kg per 20 cm d’altezza.

Sono cani piccoli ma pieni di personalità. Ai chihuahua piace essere i re della casa e dettare legge, e nonostante le loro dimensioni contenute anche i Chihuahua possono essere addestrati con successo.

Fra le caratteristiche corporee principali notiamo senza dubbio due grandi occhi rotondi e scuri e una testa a mela. Ci sono moltissime varietà di mantello, sia per colore che per lunghezza del pelo.

I Chihuahua sono ottimi compagni di vita, adatti anche ai bambini (non molto piccoli) ma in questo caso dovremo fare attenzione a insegnar loro a giocare in modo delicato perché i Chihuahua sono minuti e le loro ossa fragili. Inoltre sono anche piuttosto suscettibili alle temperature fredde. Per il resto, sono animali che sanno adattarsi bene all’ambiente e dal carattere buono.

Sono cani di indole tranquilla, calmi, ma subiscono lo stato d’animo delle persone con cui condividono la vita, reagendo di conseguenza. È come se fossero uno specchio del clima e delle emozioni che lo circondano.

È un abile manipolatore: trascorre la giornata a studiare il proprio padrone per elaborare nuovi modi per farsi viziare.

Nell’immaginario comune i Chihuahua sono cani rumorosi e aggressivi, tanto da attribuire questo comportamento all’intera categoria dei cani di taglia toy. In realtà sono cani estremamente docili e mansueti, come abbiamo visto sono perfino adatti ai bambini (poche razze toy e nano possono dire lo stesso). Il fatto di abbaiare e ringhiare, di essere aggressivi, iperattivi e dominanti verso il proprio padrone o chiunque altro incontrino, è sintomo di una cattiva gestione dell’animale.

Carattere: un po’ diva, docile, aggraziato

Altezza: 15 – 30 cm

Peso: non più di 3 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “I Chihuahua sono vivaci, molto coraggiosi e super-affettuosi verso la famiglia”


2. Griffone Belga e Griffone di Bruxelles

I Griffoni sono simpatici cagnolini che ricordano un po’ gli Ewok di Star Wars. Pesano fra i 3 e i 5 kg in media e sono alti fra i 20 e i 30 cm. È una razza che risale circa all’800, quando furono fatti degli incroci fra Yorkshire, Schnauzer Nano, Carlino e Affenpinscher.

A guardarli negli occhi sembrerebbero proprio dei vecchi saggi vittoriani, con la loro barbetta e gli occhioni circondati dal pelo arruffato, come se avessero delle sopracciglia molto folte.

Nella loro terra d’origine (il Belgio) un tempo erano sia cani da salotto per i ricchi aristocratici delle città, che ferventi lavoratori: il loro compito era tenere alla larga dalle carrozze roditori e altri piccoli animali. Ancora oggi conservano la passione per la caccia, la natura, amano molto correre e divertirsi nei boschi o nei prati.

La famiglia dei Griffoni comprende tre razze: Il Griffone Belga, il Griffone di Bruxelles e il Piccolo Brabantino.

Le tre razze sono praticamente identiche, la distinzione è fatta esclusivamente sulla colorazione del mantello:

  • Griffone Belga: rossiccio, nero, nero focato o nero con parti rossicce;
  • Griffone di Bruxelles: rosso con piccole screziature nere su baffi e mento;
  • Piccolo Brabantino: nero focato oppure rosso.

Sono cani dal carattere deciso e sicuro di sé, facili da addestrare, intelligenti, ma anche loro hanno ossa piccoline e fragili, e non nutrono una particolare simpatia per i bambini, che oltretutto rappresentano un pericolo per il suo corpicino delicato.  

Sono cani sociali che però non gradiscono gli sconosciuti, verso i quali sono particolarmente diffidenti e si mettono subito sulla difensiva. Amano la compagnia della propria famiglia ma anche di altri animali, patiscono la solitudine ed è preferibile inserirli in una casa con una presenza sempre fissa a curarsi di loro e/o con altri compagni di gioco anche di specie diversa.

I Griffoni in effetti sono grandi amanti della casa, che difendono a pieni polmoni. Una delle loro principali caratteristiche è la capacità di abbaiare forte e per questo sono apprezzati cani da guardia.

Carattere: leale, attento, curioso

Altezza: 20 – 25 cm

Peso: 3 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Il cagnolino da guardia più carino del mondo!”


3. Volpino di Pomerania

Vaporosi e favolosi, i Volpini di Pomerania sembrano quasi dei mini-leoni e non solo per il loro doppio mantello. Sono cani pieni di coraggio, testardi e fieri. Senza un’educazione corretta è molto probabile che saranno loro a comandare in casa.

Sono cani alti circa 20 cm e pesano 1,5 – 5 kg. Sono i più piccoli fra gli Spitz, la famiglia canina che include anche Samoiedo, Alaskan Malamute e Norwegian Elkhound.

È una razza originaria della regione europea di Pomerania che anticamente si trovata in Prussia ma che oggi è parte della Polonia, sul confine tedesco.

Sono cani affettuosi, vigili e – beh – anche piuttosto permalosi. Ma sono compagni leali e intelligenti che ben si adattano alla vita in famiglia, anzi, sono ottimi compagni per i bambini di cui diventeranno praticamente delle tate. Anche in questo caso la loro costituzione delicata richiede particolare attenzione con i giochi smodati…

Anche se piccolo è un cane temerario e tutto sommato robusto, doti che ha ereditato dagli Spitz Tedeschi di taglia più grande utilizzati come cani da guardia nell’antica Germania. Il Volpino di Pomerania è un ottimo cane “sentinella” grazie alle sue ottime doti auditive, al minimo pericolo allertano i propri padroni e non esiteranno a difenderli a ogni costo, senza timore.

Spesso è stato utilizzato anche come cane da circo, un po’ per il suo aspetto paffuto e buffo, un po’ per la sua acuta intelligenza che gli permette di imparare in fretta qualsiasi tipo di esercizio.

Il Pomerania ha un pelo meraviglioso che richiederà molte cure e attenzioni costanti. Ha vari strati di pelo che vanno spazzolati ogni giorno con un cardatore, per eliminare nodi e sporcizia. È importante anche mantenere una dieta bilanciata per evitare che l’alito assuma un odore poco gradevole perché, per le sue piccole dimensioni, la dentatura tende a sviluppare facilmente il tartaro.

Carattere: sfrontato, vivace, curioso e un po’ impertinente

Altezza: 15 – 20 cm

Peso: 1,5 – 5  kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Affezionatissimo al suo padrone da cui pretende molte attenzioni”


4. Affenpinscher

Il nome Affenpinscher, di chiara origine tedesca, significa “terrier scimmia” e rappresenta molto bene il loro aspetto buffo, un po’ “scimmietta”. Sono cagnolini dal viso espressivo, che misurano  solo 20 – 30 cm per 3 – 6 kg, ma hanno corpi robusti e resistenti.

Il carattere dell’Affenpinscher è grintoso, pieno di energie, allo stesso tempo però ama le coccole ed è estremamente affettuoso con la famiglia. Si lega indissolubilmente al proprio padrone che segue sempre come un’ombra.

In passato erano dei fedeli lavoratori. Il loro compito? Sbarazzarsi di topi e altre creature infestanti da dimore e scuderie. Oggi hanno appeso al chiodo il cartellino e sono felici di godersi la vita da salotto – per cui sono particolarmente portati.

Sono cani gioiosi, a tratti comici, e saranno l’aggiunta perfetta per qualunque famiglia che ami ridere e divertirsi. Con loro non ci si annoia mai! Ma non ci si annoia mai anche perché sono cani che amano arrampicarsi, correre e abbaiare quindi in casa possono creare scenari… imprevedibili. Una buona educazione con loro è fondamentale.

Simili per carattere ai Terrier, gli Affenpinscher sono piuttosto territoriali quando si tratta delle loro cose, come giochi, cibo o cucce, ed è anche per questo che sarebbe meglio evitare di inserirli con bambini piccoli. A prima vista sembrano mansueti, calmi, persino riflessivi, ma possono cambiare atteggiamento in un momento e dare un morso o abbaiare violentemente se si sentono minacciati.

Carattere: impavido, spavaldo, affezionato, buffo

Altezza: 20 – 30 cm

Peso: 3 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Non mi lascia mai da solo e tutte le sere mi porta il guinzaglio per farsi portare a spasso!”


5. Yorkshire Terrier

Piccolo e col nome altisonante, i colori eleganti, l’andatura fiera. Lo Yorkie ha proprio l’aspetto di un cagnolino di nobili origini ma non facciamoci ingannare perché non è una razza con la puzza sotto al naso. Anzi! Gli Yorkshire pesano poco meno di 3 kg e sono alti 20 – 25 cm circa ma il loro carattere è tutt’altro che ridotto.

Sono fieri, coraggiosi, impavidi e pieni di determinazione. Anche la loro stirpe non è proprio nobiliare infatti questi cagnetti hanno un passato da grandi lavoratori. Come gli Affenpinscher, anche loro cacciavano topi e altre specie infestanti dalle case dei padroni ma al contrario dei primi che sono stati introdotti già nel diciassettesimo secolo, gli Yorkie sono stati allevati solo nel diciannovesimo.

Oggi, anche se proprio non lo si direbbe, sono ottimi cani da guardia e la loro energia è sempre al massimo. Gli Yorkie sono anche amici affettuosi e non solo casinisti, si affezionano tantissimo alla loro famiglia e alla casa stessa ma possono risultare imprevedibili se lasciati da soli con dei bambini senza sorveglianza. Gli Yorkie sono fra le razze più consigliate come cani da compagnia per persone di età avanzata e questo perché entrambi godono della costante presenza reciproca.

Sono animali molto sensibili, con la tendenza a sviluppare una forte ansia da separazione ed è anche per questo che i buoni allevatori consigliano sempre di prenderli in coppia.

Sono anche molto portati per l’addestramento, soprattutto quando c’è di mezzo qualche ricompensa golosa. Grazie al rinforzo positivo, gli Yorkshire Terrier impareranno rapidamente comandi, trucchi ed educazione. Inoltre questi stimoli sono importanti per il suo benessere fisico e mentale. È sempre bene abbinare alle passeggiate e ai giochi all’aperto dei giochi da casa con cui mantenerli intrattenuti.

Uno Yorkie tranquillo è uno Yorkie felice.

Se trascurati, poco stimolati, annoiati, questi cani diventeranno distruttivi, vocali, manifesteranno palesemente tutta la loro frustrazione.

È una razza nota per saper dar voce ai propri polmoni: anche se ogni cane ha una propria personalità e ci sono Yorkie più tranquilli e altri più incontenibili, sono naturalmente predisposti per esprimere le loro emozioni abbaiando e prima di prenderli dobbiamo esserne consapevoli.

È una caratteristica che li rende ottimi cani da sorveglianza, anche se può diventare difficile da gestire soprattutto quando si sfoga verso ogni sconosciuto che si avvicina alla casa o durante le passeggiate. Se il problema richiede attenzione, ricordiamoci che un buon training è quasi sempre risolutivo.

Carattere: affettuoso, inarrestabile, scattante

Altezza: 20 – 25 cm

Peso: 3 kg

Aspettativa di Vita: 11 – 15 anni

Dicono di lui: “Cagnolino intelligentissimo, sempre allegro e tanto affettuoso con la famiglia”


6. Russian Toy (Terrier Russo)

Questi eleganti cagnolini hanno origini nobili infatti erano utilizzati sia come cani da guardia che come predatori di piccoli roditori all’interno delle ville degli aristocratici russi. Eppure non sono snob, sono cuccioloni allegri, fin troppo incontenibili talvolta perché sono anche cocciuti e se vogliono giocare… Devono poter giocare!

Amano correre ed esplorare, ma amano anche le coccole, rilassarsi fra le braccia del proprio padrone a godersi i grattini.

Sono piuttosto permalosi e non gli piace essere trascurati: ignorateli e loro vi faranno notare il loro grande disappunto.

Questa razza è stata quasi del tutto spazzata via per ben due volte. La prima negli anni ’20 con l’ascesa del comunismo, la seconda negli anni ’90, quando la cortina di ferro è caduta e la Russia ha potuto importare razze straniere nei suoi confini.

È interessante notare come il clima politico del paese natio di questo cagnolino abbia condizionato così profondamente la sua razza: quasi del tutto sconosciuto prima del 1990, nonostante siano passati anni, di questo cane ancora si fatica a tracciare un profilo dettagliato sulla sua predisposizione a patologie, problemi di salute, albero genealogico, e questo a causa dell’ermetismo del regime ma anche per l’assenza di dati e studi in merito, caratteristica tipica del regime comunista che preferiva dare importanza solo alle cose “essenziali” e “di bene comune”.

I Russian Toy hanno mantelli sia lunghi che corti e si trovano in quattro colorazioni diverse: nero focato, blu focato, marrone focato e rossiccio di varie gradazioni.

Anche se sono piccini (1,5 – 2,5 kg per 25 cm di altezza, sono considerati fra i cani più piccoli al mondo), è una razza che ama molto stare in famiglia e apprezza anche la compagnia di altri animali.

Sono ottimi cani da guardia anche grazie alla loro predisposizione alla vocalità. Se cercate un cane silenzioso, il Russian Toy può non essere il cane per voi, anche se con un buon addestramento possono imparare a gestire questo aspetto.

Carattere: fedele, intelligente, affascinante

Altezza: 20 – 25 cm

Peso:  fino a 2,5 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Gli piace stare in braccio e si fa sentire se qualcuno che non conosce si avvicina troppo”


7. Toy Fox Terrier

I Toy Fox Terrier sono come delle tartine da aperitivo: graziosi, divertenti, appaganti… Molta personalità in una piccolissima porzione ricca di gusto.

Corpi minuti ma muscolosi, due occhi profondi e orecchie appuntite che sembrano quasi sproporzionate rispetto alla dimensione del muso, il Toy Fox è un cane buffo che ama divertirsi.

Intelligentissimo, divertente e amorevole, il Toy Fox Terrier è un avido apprenditore. Ama giocare ed è tanto curioso, stare con lui non sarà mai una noia. Anche lui ha un passato operaio: come quasi tutti i Terrier, cacciava topi e altri piccoli animali all’interno di abitazioni e fattorie.

La sua particolare vitalità unita a una curiosità praticamente senza confini, non hanno spento in lui questo istinto e anche oggi è un animale che richiede una certa supervisione per evitare che si cacci in qualche guaio.

Dal primo sguardo si capisce che è un cane veloce e atletico, sempre all’erta. Ai Terrier (e il Toy Fox non fa certo distinzione) piace correre e sfogarsi all’aperto. Che sia un parco o la montagna, una passeggiata o un’avventura in campeggio, questa razza non avrà problemi a mostrarsi sempre al passo.

E quando la stanchezza prende il sopravvento, i Toy Fox non esiteranno a saltarci in braccio per farsi coccolare.

Anche se vitali e allegri, i Toy Fox Terrier sono ottimi compagni per le persone anziane (e per chiunque abbia bisogno di trascorrere giornate scandite dall’allegria). Vitali e clowneschi, non sono “energeticamente incontenibili” – come per esempio i Jack Russel o altri Terrier – anzi, imparano rapidamente a stringere un legame simbiotico col padrone, portandogli gioia e tantissimo divertimento.

Sono ottimi amici dei bambini, con cui condividono l’inesauribile energia. Ma purtroppo non sono l’ideale per i bambini molto piccoli.

Oltre al passato da cane lavoratore, il Toy Fox Terrier è stato spesso utilizzato nei circhi proprio grazie alla sua personalità sfaccettata e alla predisposizione a imparare numeri d’abilità ed infatti sono molto facili da addestrare perché vivono tutto come un gioco.

Questa razza è perfetta per gli appartamenti di città ma ha bisogno di avere tutti i giorni un po’ d’aria fresca, di godersi gli spazi della natura. 

Intelligenti, curiosi, si trovano bene in qualunque contesto e svolgeranno al meglio ogni attività a cui vorrete sottoporli.

Nel loro sangue scorre il DNA di due razze particolarmente distintive: i Chihuahua e i Piccoli Levrieri Italiani. Non è difficile riconoscere il corpo scattante e tonico dei Levrieri e l’espressività del Chihuahua, ma soprattutto queste razze hanno lasciato il marchio nella personalità del Toy Fox Terrier, che è proprio un perfetto misto di cane da salotto e cane da corsa.

È per questo che sono particolarmente portati per le gare di agilità e di obbedienza. Scattanti e muscolosi (nonostante raggiungano a malapena i 3,5 kg per 25 cm d’altezza), una volta scesi sul campo si trasformano in palline da flipper impazzite e il loro divertimento sarà palese.

I Toy Fox Terrier sono dei piccoli clown nel corpicino di un toy dog!

Carattere: amichevole, scattante, intelligentissimo

Altezza: 20 – 30 cm

Peso:  1,5 – 3 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “La sua vitalità è inesauribile, con lui è impossibile avere una giornata triste”


8. Chin Giapponese

Si tratta di un cagnolino dall’aspetto disarmante, davvero adorabile, con occhi tondi grandi e un corpicino a batuffolo. Il Chin Giapponese ha origini aristocratiche, di cui conserva portamento e carattere.

Detto ciò, però, sull’origine della razza c’è ancora grande dibattimento. Se pare essere ormai appurato che il Chin sia originario della Cina, non è chiaro come sia giunto in Giappone. Molti sostengono che fosse stato donato ai reali giapponesi nel 732 DC dai governanti della Korea. Altri sostengono che fosse stato regalato all’imperatrice del Giappone già agli inizi del sesto secolo. Altri ancora che sia giunto in Giappone solamente attorno all’anno 1.000 DC.

Quello che è certo è che questo minuscolo e buffo cagnolino sia dolce, affettuoso, educato, tranquillo. È una razza che in moltissimi aspetti ricorda un gatto: è indipendente, sempre all’erta, furbo. Si lava perfino il muso utilizzando le zampine anteriori.

Come un gatto, questa razza ama pisolare in luoghi elevati da cui avere una visuale ampia dell’ambiente circostante, senza contare che dorme dalle 16 alle 18 ore al giorno. Ha un ottimo equilibrio e ama molto andare a nascondersi.  

È una razza che si lega morbosamente al padrone, sono empatici e soffrono se vedono il loro umano stare male. Allo stesso modo, sono lo specchio dell’ambiente in cui si trovano… Se in casa vige un’atmosfera serena e tranquilla, loro saranno tranquilli. Se invece l’atmosfera è agitata, aggressiva, il loro atteggiamento sarà inquieto.

Per questa loro particolarità è preferibile non lasciarli in compagnia di bambini molto piccoli perché i loro sbalzi emotivi potrebbero portarli a farsi male o a fare male, di scatto, senza reale intenzione.

Sono cani che hanno bisogno di costante compagnia umana, è meglio non scegliere il Chin Giapponese se non si può passare con lui quasi tutto il giorno. 

Questa razza canina era utilizzata anche per l’intrattenimento dei padroni o della corte, e ancora oggi ama apprendere trucchi di abilità che impara rapidamente – alcuni sono diventati famosi perfino come cantanti!

Con il Chin Giapponese sarà necessario avere un occhio di riguardo verso la dieta dato che molti cani di questa razza sono intolleranti o allergici al mais, pertanto il padrone dovrà assicurarsi di scegliere croccantini senza cereali, di ottima qualità, ricchi di vitamine che lo aiutino a mantenere un pelo lucente e a evitare l’insurrezione di eritemi o altri problemi legati alla sensibilità della pelle.

Carattere: amorevole, affettuoso, elegante

Altezza: 20 – 30 cm

Peso:  3 – 5 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 12 anni

Dicono di lui: “Se sei triste o ammalato, lui non lascerà mai il tuo fianco per cercare di farti stare meglio”


9. Chinese Crested

Allegri, intelligenti e affettuosi, i Chinese Crested possono essere sia nudi (“Hairless”) che avere il mantello (detti “Powerpuff” o “Piumino da Cipria”). Come tutti gli animali nudi, anche loro avranno bisogno di particolari attenzioni soprattutto contro il freddo.

Si sa poco di come siano arrivati in Cina ed è probabile che le sue primissime origini siano da ricondurre al continente africano, ma è noto che questi cani dall’aspetto inaspettato a un certo punto furono allevati dal popolo della dinastia imperiale Han.

Al seguito della rivoluzione culturale che travolse il Paese, anche i Chinese Crested furono praticamente spazzati via insieme alla nobiltà cinese ma, sorprendentemente, iniziarono a diffondersi negli Stati Uniti dove spopolarono grazie alla loro particolare eleganza.

Di sicuro questa razza per anni ha accompagnato i marinai cinesi sulle navi per cacciare i topi, si pensa che il suo attuale nome derivi proprio da quel periodo. Addirittura si ipotizza che fossero stati allevati come cani da compagnia per persone affette da ritardo mentale.

Sono cani molto determinati, cocciuti, ma anche gioiosi e in grado di legarsi indissolubilmente ai propri padroni.

Con una buona educazione possono essere ottimi cani da “guardia”, di certo amano il ruolo. Amano la compagnia di adulti, bambini e altri animali, spesso auto-assumono l’atteggiamento protettivo di una tata.

Carattere: affettuoso, testardo, gioioso, scattante

Altezza: 25 – 35 cm

Peso:  3,5 – 5,5 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 18 anni

Dicono di lui: “Possono sembrare altezzosi e distaccati ma sono proprio il contrario: amano la casa, il padrone e sono sempre attenti agli intrusi”


10. Shih-Tzu

Il loro nome significa “cani figli del leone” ed è una razza che ha accompagnato i reali della Cina per più di mille anni. Ma non facciamoci ingannare dalle nobili origini, questi cagnolini sono tutt’altro che rigidi e impostati come un monarca che si rispetti.

Sono cani divertenti e birichini, amanti del gioco, che ben si adattano alla vita in famiglia e con cui non ci si annoia mai.

Discendono da un incrocio fra i Pechinesi e i Lhasa Apso, una razza donata dal Dalai Lama agli imperatori della Cina verso la fine del diciassettesimo secolo. Questi cani erano così amati dai reali cinesi che per anni ne hanno vietato che venissero venduti, scambiati e perfino regalati. I primi cani ad uscire dai confini del Paese arrivarono in Inghilterra e in Norvegia solo nel 1930.

Gli Shi-Tzu hanno mantelli lunghi, lisci e folti che richiedono cure regolari. È interessante notare che sono stati categorizzati come “cani anallergici”, una caratteristica che li ha resi ancora più diffusi nelle nostre case.

Nonostante la dimensione ridotta, sono cagnolini robusti. Amano socializzare, vanno d’accordo praticamente con chiunque, sono mansueti e amano sia le coccole che il divertimento.

Spesso però gli Shih-Tzu hanno bisogno di essere addestrati a rispondere ai comandi e a gestire il loro comportamento perché senza regole possono lanciarsi in avventure pericolose all’interno dell’ambiente domestico. Imparare a rispondere al “no” è per loro una qualità importante.

Inoltre possono diventare possessivi in presenza di altri cani, ed è anche per questo che addestramento e socializzazione precoce sono più che consigliati per questa razza.

Il rapporto coi bambini di casa può essere sia molto buono che un po’ così e così, ovviamente il carattere gioca sempre una parte sostanziale, in qualunque razza e in qualunque cane, ma gli Shih-Tzu possono perdere la pazienza facilmente se sottoposti a una condizione di stress – cosa che è meglio evitare se abbiamo bambini piccoli in casa. 

Carattere: amorevole, socievole, estroverso e giocoso

Altezza: 20 – 30 cm

Peso:  4 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 15 anni

Dicono di lui: “Gli piace stare al centro dell’attenzione del padrone”


11. Pinscher Nano

I Pinscher sembrano dei Dobermann ristretti nella lavatrice e in effetti hanno un caratterino combattivo e territoriale da perfetti cani da guardia. A vederli, così piccini e affusolati, proprio non si direbbe, vero?

Sono cani originari della Germania da lignaggio molto antico anche se non si hanno dati precisi sulla loro effettiva prima comparsa. L’unica prova in nostro possesso è un disegno pubblicato nel 1888 che raffigura il Pinscher Nano accanto al Pinscher Tedesco, ma molti esperti ne collocano le origini molto molto prima.

Sebbene piccolo, il Pinscher Nano è un concentrato di energia, di intelligenza e di coraggio. Sono cani particolarmente testardi e, se non sappiamo imporci come padroni della casa, ci metteranno subito le zampe in testa.

In molti sottovalutano le cure, il tempo e gli sforzi necessari a prendersi correttamente cura di questa razza che sarebbe indicata solo a possessori esperti e non a principianti. La loro personalità è predominante, sono cani pieni di energia che devono poter sfogare con esercizio quotidiano all’aperto, meglio se nel giardino di casa (accuratamente recintato e a prova di fuga perché sono molto famosi per essere abili escapologi).

Sono cani perfetti per le gare di agility: veloci e instancabili ma dal temperamento molto testardo, ci vorrà un po’ di lavoro per abituarli all’addestramento comportamentale ma poi saranno ubbidienti e molto responsabili.

Detto ciò, sono anche cani che sanno amare in modo profondo e indissolubile, gli piace divertirsi, correre e giocare con le persone che conoscono ma sono piuttosto diffidenti e all’erta verso gli sconosciuti – motivo per cui sono anche ottimi cani da guardia.

Come molte razze di cani piccoli, anche i Pinscher non sono adatti ai bambini.

Ciò che è sicuro è che con loro non avremo giornate noiose.

Carattere: impavido, giocherellone, fiero, testardo

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  4 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Sono tanto piccoli quanto coraggiosi. È come avere una mini-guardia del corpo con pile inesauribili”


12. Cavalier King Charles Spaniel

Per gli amici “Cavalier King”. Anche se abbreviato, è di certo un nome che davvero si sposa bene al portamento e all’aspetto regale di questo cagnolino raffinato e pieno di grazia dalla discendenza nobiliare. Le apparenze però possono ingannare e infatti il Cavalier King non è un cane con la puzza sotto al tartufo, che ama stare sulle sue, anzi, è un compagno affettuoso, gentile, adatto a ogni tipo di famiglia, inclusi i bambini.

I Cavalier King sono bravi a socializzare anche con animali diversi, inclusi cani molto più grandi di lui. Hanno ottime capacità di adattamento e si sentono a proprio agio sia in appartamento che nella vita di campagna.

Il loro carattere mite e affettuoso li ha resi cani ideali per pazienti affetti da malattie, bisogni speciali o per gli anziani. Sono molto utilizzati come cani per la pet therapy e anche per il supporto emotivo di adulti e bambini.

Non hanno grandi pretese in termini di gestione, sanno adattarsi sia a una vita più movimentata che a una vita sedentaria a base di cuccia, carezze e leccornie.

Come tutti i cani che in passato venivano utilizzati per la caccia, anche i Cavalier King hanno mantenuto l’istinto di lanciarsi all’inseguimento sfrenato di qualsiasi cosa attiri la loro attenzione, dagli animali alle macchine o ai passanti. Questo può diventare particolarmente pericoloso durante le passeggiate o se abitiamo in prossimità di aree trafficate.

Inoltre è preferibile non inserirli in un contesto famigliare in cui vi siano piccoli roditori o altri piccoli animali da compagnia, inclusi gli uccelli, dato il loro istinto da cacciatori di piccole prede. Detto ciò, sono molti i proprietari di questa razza che affermano che grazie a un buon addestramento i loro Cavalier King hanno appreso a vivere serenamente con specie di qualunque tipo, dai criceti ai pappagalli passando per i conigli.

Il loro carattere così socievole e amichevole li rende del tutto incapaci di fare da cane da guardia, troppo estroversi per allarmarsi alla vista di un intruso.

Possono avere personalità cocciute e talvolta un po’ capricciose, se qualcuno non gli piace è molto probabile che non cambieranno idea facilmente, ma se amano qualcuno, saranno i loro più fedeli compagni per la vita. Amano tanto le coccole e il tempo di qualità trascorso a contatto col padrone.

Carattere: affettuoso, gentile, aggraziato, un po’ capriccioso

Altezza: 30 – 35 cm

Peso:  5 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Con la loro calma e il loro carattere dolce, ti sanno amare in un modo speciale che va oltre l’affetto. Si legano all’anima”


13. Bulldog Francese

I Bulldog Francesi (Frenchie per gli amici) sono frutto di un’accurata selezione fra incroci di diverse specie di piccola taglia per la realizzazione di una razza di cani da combattimento.

I primi esemplari di Frenchie approdarono in Francia nel 1880 e presto diventarono i cani da compagnia preferiti delle operaie addette alla lavorazione del pizzo durante la rivoluzione industriale.

Da lì la loro popolarità è cresciuta sempre di più, fino a diventare oggi una delle razze di cani piccoli maggiormente diffusa ed apprezzata su scala mondiale.

Sono cagnolini buffissimi, con musetti schiacciati, zampette corte e due grandi orecchie dritte sulla testa. Sotto al loro pelo corto non si nasconde un corpicino fragile ma muscoli robusti e tonici – infatti il loro peso è nettamente superiore rispetto ad altre razze di simili dimensioni: fra gli 8 e i 14 kg.

Si dividono in quattro colorazioni standard:

  • Fulvo – con o senza macchie o pezzature bianche
  • Bringée o “Tigrato” – con striature variabili nella quantità e nel colore, con o senza pezzature bianche
  • Caille – bianco con pezzature tigrate
  • Caille Fauve – bianco con pezzature fulve

I Bulldog Francesi sono affettuosi, intelligenti, tranquilli ma protettivi verso il proprio ambiente domestico e spesso si improvvisano cani da guardia di talento. Sono cani anche molto adattabili e socievoli in grado di stringere amicizia con chiunque, sia umano che animale – bambini piccoli inclusi.

Si legano in modo morboso al proprio padrone di cui diventano gelosissimi e che proteggeranno con veemenza in qualunque situazione, mostrando tutto il loro carattere da combattente.

Ai “Frenchie” non piacciono due cose: il gran caldo e il troppo esercizio: la conformazione del muso può compromettere la respirazione in entrambi gli scenari e mettere a rischio la loro salute.

Sono cani con la tendenza a ingrassare, con grandi occhioni languidi che sanno supplicare bene – per questo sarà importante monitorare il peso.

La razza si presta bene anche all’addestramento, soprattutto se gli esercizi sono regolari e costanti, a mezzo di rinforzo positivo. Nonostante l’indole da pantofolaio, il Frenchie può assumere atteggiamenti particolarmente fermi e/o scatenati, mostrando tutta la sua natura da molossoide. Per fortuna, nella maggior parte dei casi, per loro tutto è interpretato come un gioco e raramente si cela una reale aggressività.

Carattere: curioso, intelligente, giocoso, adattabile

Altezza: 30 – 35 cm

Peso:  8 – 14 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 12 anni

Dicono di lui: “Gli piace farsi viziare e trova sempre il modo per estorcermi ciò che vuole, dal cibo ai giochi”


14. Carlino

Se il carlino fosse un cocktail, sarebbe quello dove il barman mette dentro tutti gli ingredienti più strani per un risultato tanto improbabile quanto ricco di gusto.

Il Carlino è proprio così: piccolo ma dalla personalità variopinta.

Sono praticamente dei piccoli clown: goffi, buffi, divertenti, pieni di energie.

Corpi piccoli ma forti e muscolosi, una grande testa tonda col muso schiacciato, rughe sparse e occhi tondi, questi simpatici cagnetti sembrano sempre sorridere.

Non tutti sanno che le loro origini sono nobili e orientali. Come gli Shih-Tzu, anche i Carlini sono stati compagni degli imperatori cinesi per centinaia d’anni ma non certo per cacciare topi o altri ruoli faticosi. I Carlini, in realtà, pare siano stati allevati come “scaldapiedi”. Per quanto sembri assurdo, il loro ruolo era quello di accucciarsi sui piedi dei padroni quando fuori faceva freddo, dando calore e conforto.  

Sono cani che amano la famiglia e vanno d’accordo con i bambini, perfetti per l’appartamento, anche se di piccole dimensioni. Richiedono un certo numero di attenzioni dal punto di vista della cura della pelle, del muso e del pelo, e quando vanno in muta la quantità di pelo perso è davvero tanto – nonostante sia raso.

Come tutti i cani col muso schiacciato soffrono il troppo caldo, hanno difficoltà a fare forte attività fisica e bisogna fare attenzione alla respirazione. Proprio come i Bulldog Francesi, anche i Carlini hanno la tendenza a ingrassare quindi un occhio di riguardo anche alla loro dieta.

Carattere: affettuoso, clownesco, imprevedibile

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  6 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Il Carlino è così buffo e maldestro che si fa fatica ad arrabbiarsi con lui anche quando ne combina una grossa”


15. Bichon Havanais

Il Bichon Havanais, come tradisce già il nome, è una razza di cani proveniente da Cuba, molto probabilmente introdotta dagli esploratori spagnoli nel diciottesimo secolo. Sono piccolini, con mantelli lunghi e folti che li proteggono non solo dal freddo ma anche dal caldo estremo.

Sono cagnolini simpatici ed esplorativi, amano imparare giochi e attività, saranno felicissimi di divertirsi con voi e con chiunque altro abbia voglia di socializzare con loro.

Come tutti i Bichon, anche gli Havaians hanno bisogno di attenzioni speciali nella cura del pelo. Vanno spazzolati tutti i giorni e mantenuti belli puliti, soprattutto dopo una passeggiata all’aperto o una nuotata al mare.

L’Havanais è considerato un animale da compagnia fedele. È estremamente leale e adattabile a qualunque ambiente. Per il suo carattere sociale, l’Havanais non vive bene se viene lasciato da solo per molte ore al giorno. Sviluppa un attaccamento morboso col proprio padrone che seguirà come un’ombra dappertutto. In molti casi questi cani mostrano facilmente segni di ansia da separazione.

L’Havanais è noto per essere gioioso ma determinato. Ama giocare, non deve necessariamente trascorrere ore di sfogo all’aperto perché per lui è sufficiente divertirsi anche in casa. Sono ottimi compagni per i bambini. Amano esibirsi di fronte alle persone che conoscono e hanno un grandissimo bisogno di affetto.

Questa razza è perfetta per chi cerca un legame stretto e quasi esclusivo con il proprio cane, sono animali che amano coccolare ed essere coccolati, che devono essere al centro del cuore del proprio padrone oltre che della loro attenzione.

Si trovano bene in compagnia di persone di ogni età e si adattano a qualunque ambiente in cui vivono.

L’Havanais è impiegato in numerosi lavori a contatto con il pubblico, questo proprio per via della sua personalità amichevole ed estroversa: pet therapy, assistenza agli invalidi, cani cane da segnale per i sordi, sono anche ottimi cani per l’intrattenimento e lo show-business, sono spesso utilizzati per rilevare muffe, termiti e la geolocalizzazione.

Carattere: intelligente, estroverso, divertente, giocherellone

Altezza: 20 – 25 cm

Peso:  3 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “Gli piace tanto giocare in casa e imparare cose nuove. Gli piace essere utile, sentirsi fare i complimenti”


16. Piccolo Levriero Italiano

Snello e scattante, il Piccolo Levriero Italiano era molto utilizzato sia per la caccia che per la corsa agonistica, ma anche come semplice cane da compagnia dell’aristocrazia italiana, tanto da comparire spesso in quadri e arazzi dell’epoca. Fra i pittori che l’hanno maggiormente ritratto troviamo Giotto, Sassetta e Tiepolo.

Le origini di questa razza sono molto antiche, riconducendone la comparsa addirittura all’Antico Egitto, dove furono ritrovate ossa di cani molto simili al Piccolo Levriero Italiano risalenti ad almeno 5.000 anni fa.

Sono cani di pura forza ed energia, con loro il guinzaglio è più che auspicabile perché con uno scatto possono scappare davvero in un battito di ciglia! Un Piccolo Levriero Italiano riesce a raggiungere perfino i 40 Km/H e la loro indole li spinge ad inseguire tutto ciò che stimola la loro curiosità, riprenderli potrebbe essere davvero, DAVVERO difficile.

Sono animali intelligentissimi e molto affettuosi, ricercano sempre l’attenzione umana, chiedono di essere coccolati e sanno come imporsi su un proprietario annoiato sul divano che non ha molta voglia di interagire: gli si spalmano addosso.

Anche se sono ottimi animali da compagnia, per la loro personalità esplosiva è consigliabile un po’ di addestramento prima di inserirli in casa con noi.

Ps. Sanno essere molto maldestri…

Carattere: incontenibile, giocoso, sensibile, bisognoso di affetto

Altezza: 35 – 40 cm

Peso: 3 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 15 anni

Dicono di lui: “Piccolo di statura ma colossale nella personalità. Ha un’energia inesauribile ed è sempre su di giri”


17. Schnauzer Nano

Gli Schnauzer Nani, piccoli e compatti, saranno le vostre ombre e vi seguiranno sempre, ovunque andrete. Leali, affezionatissimi, la loro personalità fatica ad essere contenuta in quel mini corpicino. Potrà essere anche “Nano” ma lui si sente grande e potente come un leone.

Anche se all’apparenza sembrano degli eleganti signori brizzolati pronti a elargire qualche saggio consiglio, nella vita di tutti i giorni sono dei buffi giocherelloni con cui sarà difficile annoiarsi.

Lo Schnauzer Nano è originario della Germania dove comparve per la prima volta verso la metà del diciannovesimo secolo. Erano stati allevati come cani da pastore e spesso venivano anche utilizzati per cacciare ratti, radunare le mandrie e sorvegliare le proprietà.

Amorevoli, affettuosi, allegri, la loro indole è legata al focolare domestico e infatti si affezionano molto all’ambiente in cui si trovano, oltre che ai loro padroni. Sono compagni docili, di natura gentile, adatti a ogni famiglia.

Svegli, pieni di personalità e ubbidienti, questi cagnolini amano compiacere il proprio padrone e renderlo felice, senza mai essere né troppo aggressivi né troppo timidi.

Sono generalmente facili da addestrare e sono anche ottimi cani da guardia con un buon istinto territoriale, più inclini ad abbaiare che a mordere.

Verso gli sconosciuti sono piuttosto distaccati e circospetti ma nel momento in cui vedono che il padrone li conosce o li fa accomodare in casa, il loro atteggiamento si trasforma diventando immediatamente amichevoli.

Amano molto giocare e hanno bisogno di sfogare le energie ed essere stimolati mentalmente oltre che fisicamente, in caso contrario diventeranno annoiati e manifesteranno la loro frustrazione in modo distruttivo. Una buona idea per supplire ad entrambe le esigenze è di iscrivere gli Schnauzer Nani a gare di agility o di obedience, in cui daranno sempre il massimo.

Come tutti i cani un tempo predatori, potrebbero non essere i compagni di gioco perfetti per piccoli animali domestici di razza non canina, è inoltre raccomandabile tenerli sempre al guinzaglio durante le passeggiate per evitare che scappino inseguendo qualche animale di passaggio.

Carattere: Amichevole, intelligente, obbediente

Altezza: 30 – 35 cm

Peso: 5 – 9 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Questo cagnolino è come un gentleman d’altri tempi: quando vuole qualcosa ti guarda e la chiede educatamente. Segue i miei ritmi ed è tenerissimo quando mi porta la pallina per giocare”


18. Norfolk Terrier

Anche i Norfolk Terrier venivano allevati per proteggere le abitazioni da ratti e altri piccoli animali infestanti. Piccolini ma robusti e impavidi, sono delle bombe d’energia da svegli e dei coccoloni nei momenti di relax.

Anche se è poco popolare al di fuori del Regno Unito, questo simpatico Terrier è un compagno di vita molto docile e affettuoso.

Sono cani che ben si prestano all’addestramento e molto spesso si divertono un mondo a correre fra percorsi, rispondere a comandi, riportare oggetti. Per loro tutto è un gioco, e questo atteggiamento è perfetto perché gli permette di scaricare un po’ delle loro inesauribili batterie!

Hanno una personalità determinata, sono molto attenti ai dettagli ed è un istinto legato alla loro origine di cacciatori di piccoli roditori: quando vedono qualcosa che li attira, la inseguono senza sosta. Questo è uno dei motivi per cui educarli a rispondere efficacemente a un “no” è fondamentale ma deve anche insegnarci a metterli sempre in sicurezza.

Se abbiamo un giardino, assicuriamoci che non possano saltare la recinzione o aprire il cancello. Quando siamo al parco, usiamo sempre un guinzaglio se la zona non è perfettamente sicura e protetta.

Con uno scatto possono allontanarsi in pochi minuti, trovarli potrebbe diventare difficile e in ogni caso si espongono a pericoli stradali perfettamente evitabili.

Il Norfolk Terrier, prima di diventare una razza a sé stante nel 1964, era compreso nei Norwich Terrier da cui si distingueva solamente per la forma delle orecchie (a punta nel Norfolk e ripiegate nel Norwich).

È una razza coraggiosa e indipendente, si pensa che siano frutto dell’incrocio di una serie di altri Terrier dalle simili caratteristiche, soprattutto caratteriali, fra cui il Border, Cairn e il Glen of Imaal.  Insieme ai Norwich e ai Border, sono i Terrier dal carattere più malleabile. Amano condividere la casa con altri cani, retaggio della loro vita da cacciatori in cui predavano in gruppo.

Amanti dei bambini, sono ottimi cani da salotto e ben si adattano alle esigenze di ogni famiglia, senza troppe pretese. Prendono le abitudini della routine della casa, scandendo come dei veri e propri orologi i diversi momenti e le attività della giornata. Sono cani fatti per stare all’interno perché hanno assoluta necessità del contatto umano.

I Norfolk sono cani tranquilli, non particolarmente inclini ad abbaiare o a lamentarsi, li vedremo diventare inquieti solamente in situazioni di allarme.

Carattere: affezionato, leale, vigile, energetico

Altezza: 25 cm

Peso: 5 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Sono cani tranquilli che amano la casa, a volte penso che si senta il figlio maggiore perché controlla che stiamo tutti bene prima di accucciarsi per dormire”


19. Pechinese

I Pechinesi sono cagnetti eleganti, delicati, dal nobile portamento e non solo… Anche le loro origini lo sono. Un tempo fedeli compagni dei reali cinesi, oggi sono molto apprezzati dalle famiglie di tutto il mondo. Hanno una personalità indipendente, sono amorevoli, leali, con un grande spirito d’intraprendenza che li porta ad essere attivi e curiosi.

È una razza molto antica, risalente addirittura a 4000 anni fa. I Pechinesi erano considerati cani sacri dalla cultura cinese, protettori del Buddha e in grado di allontanare gli spiriti maligni. Nonostante le dimensioni, sono cani da guardia attenti che non esitano ad attaccare animali o persone molto più grandi di loro, soprattutto se sentono di dover difendere il proprio padrone.

Ma questa peculiarità li rende spesso un po’ diffidenti verso le nuove conoscenze. Ai Pechinesi ci vuole tempo per abituarsi a persone che non conoscono, non sorprendetevi se faranno il diavolo a quattro quando gli presenterete il nuovo fidanzato…

Per lo stesso motivo, è meglio non inserirli con dei bambini piccoli perché potrebbero avere scatti indesiderati se presi alla sprovvista – oltre ad essere molto delicati a livello scheletrico.

Per soddisfare i Pechinesi non è necessario vivere in un castello, loro si sentiranno a proprio agio anche in un piccolo appartamento purché circondati dall’amore dei loro padroni. Sono cani fieri, decisi, che generalmente vanno d’accordo con cani di razze diverse.

I Pechinesi amano essere serviti e riveriti dalla propria famiglia e si crogiolano nei vizi.  

Sono cani dal muso schiacciato, con un mantello lungo e fluente, ciò significa che avranno problemi legati alla respirazione, soffriranno molto il caldo, e che il loro pelo andrà mantenuto con regolarità scrupolosa. Se esposto a temperature molto alte per lungo tempo, il Pechinese rischia di subire gravi colpi di calore.

Le sue caratteristiche fisiche particolarmente desiderabili per il grande pubblico hanno spinto molti allevatori a creare razze incrociate, come il Peekapoo (Pechinese e Barboncino), e il Peke-a-tese (Pechinese e Maltese).

Carattere: affezionato, leale, posato, elegante

Altezza: 15 – 25 cm

Peso: fino a 6 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Sa di essere bello e ci tiene a dire la sua in ogni situazione ma è anche tanto affettuoso col padrone”


20. Scottish Terrier

Piccolo e compatto, lo Scottish Terrier è un cane intelligentissimo e indipendente che saprà immediatamente farsi amare da tutti i membri della famiglia ma, attenzione, non è detto che ami immediatamente anche gli sconosciuti, con cui potrebbe rivelarsi un po’ insofferente.

Sono cani che sanno adattarsi a ogni situazione e a ogni ambiente, hanno bisogno di muoversi regolarmente, sfogare le energie e tenersi tonici. Come altri cani con un passato da predatore, possono avere un’indole imprevedibile e per questo potrebbero non essere i cani più indicati per i bambini.

La loro indole da predatori emerge anche nella quiete del nostro bel giardino e infatti, anche nel loro caso, dovremo fare attenzione a mettere in sicurezza cancelli e divisori, oltre che a tenerli al guinzaglio quando usciamo per la passeggiata. Se l’attenzione di uno Scottish Terrier viene stimolata da una preda, lui si lancia alla rincorsa e questo può essere molto pericoloso.

Questi cani dalla forma distintiva hanno ricoperto molti ruoli nella cultura popolare. Sono stati i compagni di numerosi personaggi famosi, inclusi gli ex-Presidenti degli Stati Uniti Franklin Delano Roosevelt e George W. Bush. E se vi dico “Monopoly”? I più attenti di voi sapranno che il cagnolino raffigurato in questo gioco è proprio uno Scottish Terrier.

Il carattere degli Scottish Terrier è stato descritto come amorevole e testardo. Sono cani leali verso la famiglia e tendono a legarsi in particolar modo a una o due persone.

Cane riservato con gli sconosciuti e che sa moderare la sua vocalità, abbaiando solo quando strettamente necessario, sono buoni cani da guardia. Talvolta si rivelano un po’ aggressivi verso altri cani ma se l’inserimento è fatto in giovane età, non avranno nessun problema. 

Carattere: indipendente, sicuro di sé, pieno di energie

Altezza: 25 cm

Peso: 8 – 10 kg

Aspettativa di Vita: 12 anni

Dicono di lui: “Piuttosto geloso verso il proprietario, difende la casa con orgoglio e ci mette un po’ prima di accettare persone che non conosce”


21. Schipperke

Lo Schipperke è un simpatico cagnolino dal pelo tutto nero che un po’ ricorda un Diavolo della Tasmania e anche il suo temperamento è altrettanto scoppiettante: gli Schipperke sono cocciuti, furbi, piccoli ma robusti, un mix che di certo non ci farà annoiare.

È una razza di origine belga la cui comparsa risale ai primi del sedicesimo secolo, per anni vi è stato un acceso dibattito informale se questa razza fosse legata agli Spitz o ai cani da pastore.  

Gli Schipperke amano dire la propria e averla vinta. Sono cani piuttosto vocali, molto all’erta, e per questo spesso vengono adottati come cani da guardia ma per il loro temperamento, purtroppo, è più probabile che si mettano a giocare e a intrattenere il ladro di turno dopo averlo stanato. Insomma: ti sento, abbaio, ti trovo… ti porto la pallina e ti saltello attorno galvanizzato.

Per via della loro personalità un po’ imprevedibile, anche se variopinta, sono meno indicati per delle famiglie con bambini piccoli o altri cani – con cui possono rivelarsi aggressivi.

Sono cani molto curiosi e pieni di energia che dovranno svolgere molta attività fisica, sempre sotto sorveglianza. Intelligenti e indipendenti, spesso sfidano il padrone mettendo in discussione il loro comando e continuando a fare ciò che vogliono. Sono cani che si adattano meglio a padroni già esperti.

Nonostante abbiamo elencato molti dei loro difetti, gli Schipperke sono cani nel complesso buoni, di compagnia. Lo sviluppo di questi tratti della loro personalità dipende molto dal modo in cui sono allevati e dall’ambiente in cui si trovano. Un clima sereno, con un padrone esperto che ha saputo impartire un’educazione corretta e che lo tratta con rispetto, sono il terreno fertile per uno Schipperke felice e dal temperamento mansueto.

Carattere: attento, curioso, furbo

Altezza: 25 – 35 cm

Peso:  4 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Questi cani sono molto avventurosi e devono trascorrere tanto tempo a fare attività fisica”


22. Spitz Americano

Se lo Schipperke è un batuffolo di pelo nero, ora abbiamo un batuffolo di pelo bianco.

Lo Spitz Americano (anche chiamato American Eskimo) non è solo bello, bello, bello in modo assurdo – come direbbe Derek Zoolander – ma è anche intelligente, pieno di vitalità e curioso. È il cane perfetto per chi ama avere giornate piene, ricche di divertimento.

Per gli Spitz Americani tutto è un’avventura. Sono cani di compagnia che apprezzano la presenza di persone e animali anche di altre specie. Sono estremamente empatici verso l’uomo, molto più della maggior parte delle altre razze canine, per questo con loro è preferibile avere sempre toni pacati e non sgridarli in modo brusco o potrebbero somatizzare lo stress sviluppando problematiche di salute.

Hanno un carattere affezionato e amorevole, sono facili da educare e sono indicati ai bambini piccoli grazie alla loro spiccata intelligenza e al loro desiderio di compiacere i propri membri della famiglia. Gli Spitz Americani non danno molta confidenza agli estranei ma una volta che gli vengono presentate persone nuove nel modo giusto, fanno presto amicizia.

Questa razza non è solo intelligente, è anche curiosa e naturalmente portata all’apprendimento.

Senza continui stimoli fisici e mentali, questi cagnolini possono diventare iperattivi, nervosi e attuare comportamenti compulsivi dettati dalla frustrazione. Per questo, non sono sempre indicati come prima esperienza canina, anche se con il supporto di un buon educatore possono diventare un’ottima compagnia.

Gli Spitz Americani un tempo erano utilizzati per sorvegliare persone e proprietà e quindi sono territoriali per natura, un ottimo cane da guardia. Non è una razza aggressiva ma tendono a usare spesso la voce, abbaiando contro qualunque sconosciuto si avvicini al loro territorio.  

Carattere: ipersensibile, giocoso, avventuroso, intelligente

Altezza: 25 – 30 cm (toy), 30 – 35 (nano), 35 – 50 (standard)

Peso:  2,5 – 4,5 kg (toy), 4,5 – 9 (nano), 15 – 19 (standard)

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Imparano tutto velocemente e sono molto socievoli, anche con i bambini”


23. Bolognese (Bichon Bolognese)

Come suggerisce il suo nome, questo Bichon è una razza italiana dalle chiare origini bolognesi ma al contrario della città che è famosa nel mondo per la sua esplosività creativa, la sua mentalità aperta e rivoluzionaria, questi cani sono estremamente timidi, tranquilli, riservati.

La genealogia del Bolognese non è del tutto nota ma si ritiene che il suo parente più stretto nella famiglia dei Bichon sia il Maltese, anche se non si sa se il Maltese sia un suo diretto discendente o avo. Ciò che è certo, però, è che si ha traccia della razza Bolognese già dal 1.200.

Sono i cani da compagnia perfetti, sempre pronti a sonnecchiare o a farsi coccolare in braccio. Sono molto sensibili e sviluppano un amore simbiotico per il proprio padrone che li porta a diventare insofferenti quando lui non c’è.

Non sono la razza adatta a famiglie sempre in movimento o a persone che trascorrono molte ore fuori casa, anche solo per l’orario di lavoro. La loro ansia da separazione diventa facilmente patologica.

Inoltre hanno un mantello che richiede altrettante attenzioni: lunghi e un po’ frisé, il loro pelo va spazzolato costantemente e in estate, se il clima è particolarmente inclemente, rasato.

Fra le caratteristiche principali del Bolognese troviamo il suo carattere giocoso, estroverso, la sua intelligenza. È un animale leale e diligente. Non sono iperattivi e di norma sono più riservati rispetto al Bichon Frisé.

Sono eccellenti nell’educazione all’obedience, apprendono rapidamente qualunque comando e trucchetto anche se hanno la tendenza a intestardirsi quando le cose non vanno come vorrebbero.

Il Bichon Bolognese spesso diventa l’ombra del suo padrone, seguendolo dappertutto.

Sono cani dalla natura amichevole ed estroversa che, se educati e socializzati già da piccoli, sono in grado di fare amicizia con chiunque. Anche se con gli sconosciuti, in un primo momento, possono sembrare riservati, in genere si adeguano al comportamento del padrone in presenza della persona che non conoscono.

I Bolognesi sono ottimi cani da guardia ma non abbaiano in modo incessante. La loro tecnica sarà quella di osservare minuziosamente ciò che accade attorno a loro, avvertendo il padrone nel momento in cui si verifica qualcosa di anormale o allarmante.

Questa razza va d’accordo con gli altri cani e li accetta volentieri all’interno della famiglia. La loro indole è pacifica per natura.

I Bolognesi fanno parte della categoria dei Bichon che comprende le razze Bichon Frisé, Maltese, Lowchen, Havanais e Coton de Tulear ma, anche se per alcuni tratti gli somiglia, il Bolognese fa un po’ una razza a parte.

Carattere: tranquillo, devoto, giocoso

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  3 – 4 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Sono dolci e affettuosi, hanno sempre bisogno della presenza del padrone per essere felici”


24. Coton de Tulear

Il Coton, anche noto come il “Royal Dog of Madagascar”, sembra proprio un batuffolo di cotone maturo appena colto. È un cane piccolo ma tonico, con un mantello morbidissimo.

Il suo nome deriva dalla città di Tuléar, in Madagascar. Si pensa che questa razza sia stata generata da un gruppo di cagnolini bianchi giunti a nuoto dal canale di Malagasy al seguito di un naufragio.

Gli avi dei Coton probabilmente sono stati portati in Madagascar fra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo dalle navi pirata ma non si sa se fossero usati come cani da compagnia, da lavoro per la caccia al ratto, o perché fossero stati rubati insieme a gioielli e altri preziosi dopo aver assaltato navi di passaggio. Il Coton de Tulear, però, ad oggi resta il cane nazionale dell’isola.

Proprio come la maggior parte delle razze Bichon, ha un carattere molto mansueto che lo rende perfetto come cane da compagnia. È fedele, tranquillo ma incredibilmente intelligente e simpatico. I Coton sono meravigliosi animali per la pet therapy e spesso sono consigliati come cani per il supporto emozionale perché hanno una spiccata intelligenza emotiva oltre che una grande empatia verso l’uomo.  

È una razza di cani che non fa la muta ed è considerato ipo-allergenico, proprio come Barboncini, Maltesi o Havanais.

I Coton de Tulear esistono in tre colorazioni principali: bianco (talvolta con chiazze marrone chiaro), bianco e nero, e tricolore. Tuttavia i mantelli bianchi con chiazze marroni tendono a diventare completamente bianchi con lo sviluppo, allo stesso modo il nero tenderà a sbiadirsi diventando grigio, se non perfino bianco.

La razza ha una personalità giocosa, amorevole, intelligente, in linea di massima è un cane molto tranquillo ma che nasconde la tendenza a diventare particolarmente vocale, sia abbaiando che esprimendo gioia e altre emozioni attraverso la modulazione della voce e dei versi. Amano inoltre compiacere i proprietari alzandosi sulle zampe posteriori o facendo dei buffi saltelli.

La maggior parte dei Coton ama fare amicizia con persone nuove e immergersi in situazioni mai esplorate prima. Sono cani facili da educare e da addestrare piccoli trucchi, particolarmente inclini a imparare giochi di abilità con cui divertirsi insieme al padrone. Amano nuotare correre e giocare, e si adattano bene a qualunque ambiente.

Al contrario di altri suoi simili questa razza diventa più attiva con il crepuscolo.

Il pelo del Coton deve essere spazzolato e pettinato tutti i giorni, con bagni frequenti di almeno una volta alla settimana.

Hanno bisogno di camminare quotidianamente e di giocare quanto più possibile. Anche se sono piccoli, hanno un’ottima resistenza e possono accompagnarci senza problemi nelle escursioni. Sono cani socievoli che amano giocare anche con altri cani e vanno d’accordo con i bambini.

Carattere: amorevole, sensibile, gioioso, tranquillo

Altezza: 20 – 30 cm

Peso:  4 – 6 kg

Aspettativa di Vita: 15 – 19 anni

Dicono di lui: “Il Coton de Tulear è un cane molto sensibile a cui piace prendersi cura della sua famiglia”


25. Cairn Terrier

Il Cairn è una delle razze Terrier più antiche, proviene dalle Highlands scozzesi ed è riconosciuto come uno dei cani da lavoro più vecchi della Scozia. Il nome Cairn deriva proprio dalla sua funzione che era quella di stanare e cacciare piccoli animali fra i  “cairns” (“cumuli di rocce”) del territorio.

Inizialmente questa razza veniva raggruppata nella classe degli “Skye Terrier” insieme agli Scottish e ai West Highland White Terrier ma nei primi anni del ‘900 le razze iniziarono ad essere allevate singolarmente.

Sono cani molto attivi, anche all’interno, tenerli in esercizio con il gioco non sarà un problema e se avete un giardino a disposizione, saranno felicissimi. Amano fare passeggiate nella natura ma, come tutti i Terrier, hanno la tendenza a inseguire prede e a scappare quindi è d’obbligo prendere dovute misure di sicurezza sia confinando il giardino che contenendolo efficacemente quando andiamo in giro con lui.

Piccolo e compatto, circa 20 cm al garrese, ha una forza inaspettata ed è particolarmente resistente. Ve lo ricordate il primo “Mago di Oz”? Indovinate che razza era il piccolo Toto… Esatto! Proprio un Cairn Terrier.

Toto lo rappresentava proprio bene: coraggioso, intelligentissimo, sempre vigile e attento a ciò che succede a lui e al proprio padrone, risponde bene ai comandi, è molto facile da addestrare ed è un cane che si presta per attività di agility e obedience.

Però… proprio come il Bolognese, è un’anima sensibile che vive male i rimproveri e le urla. Con lui ci vuole dolcezza e per conquistarlo, il gioco è di certo un’ottima chiave.   

Carattere: vigile, socievole, sempre indaffarato, scattante

Altezza: 20 – 25 cm

Peso:  6 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Svegli, sempre pieni di voglia di fare. Sono cagnolini coraggiosi e molto intelligenti”


26. Alaskan Klee Kai

Nella lingua eschimese, “Klee Kai” significa “piccolo cane” e guardando questi cagnetti ci sembra proprio di guardare degli Husky in miniatura. Ma, al contrario dei loro cloni più grandi, sono tutt’altro che cani da lavoro: i Klee Kai sono fedeli animali da compagnia, anche se sono un concentrato di energie che devono poter sfogare con tanto esercizio fisico quotidiano.

Non solo allenamento per il corpo, però, sono cani che amano essere stimolati anche nella mente o li sentiremo lamentarsi e guaire come dei bambini annoiati che fanno i capricci.

Per questo motivo gli Alaskan Klee Kai hanno bisogno di continua interazione e presenza umana, non sono fatti per aspettarci a casa per lunghe ore mentre siamo a lavoro. E anche quando siamo a casa, la nostra presenza da sola non basta: ai Klee Kai dovremo dare reali attenzioni, trascorrere tempo di qualità con loro, amarli e divertirli.

Passeggiate, avventura e vita attiva in nostra compagnia sono l’elisir perfetto della loro vita.  

Sono cani dal carattere un po’ territoriale e non sono adatti a bambini piccoli, né per i  padroni alle prime armi.

Anche se sono cani molto docili, non amano gli estranei e preferiscono tenersene a distanza. Dato il loro aspetto così grazioso, però, spesso attirano l’attenzione di adulti e bambini che vorrebbero avvicinarsi per accarezzarlo. È importante rispettare i suoi confini (come per tutti i cani, in realtà), per questo durante le uscite dovremo fare attenzione e scoraggiare chi cerca di allungare le mani o di avvicinarsi troppo. Specifichiamo che non è per aggressività ma perché sono cani che non amano l’invadenza degli sconosciuti.

Carattere: super-attivo, pieno di energia, solare, intelligente

Altezza: 33 cm (toy), 33 – 38 (nano), 38 – 45 (standard)

Peso:  4 – 10 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Sono dolci con la famiglia ma territoriali e diffidenti con gli estranei”


27. Australian Silky Terrier

Eleganti, saggi, divertenti, i Silky Terrier sono ottimi cani da compagnia che amano stare in braccio al padrone, ma non facciamoci intenerire troppo perché queste piccole creature sono anche note per la loro testardaggine e il loro temperamento.

La razza è stata creata in Australia, anche se alcuni esemplari ancestrali provenivano dalla Gran Bretagna. Sono strettamente legati all’Australian Terrier e allo Yorkshire Terrier.

Sono cani coraggiosi che non esitano a dare sfogo ai propri istinti: abbaiare, scavare, correre, inseguire piccoli animali preda sono fra le loro principali passioni. Hanno anche una mente brillante e che necessita di mantenersi stimolata o daranno sfogo alla loro insoddisfazione con lamenti e guaiti di disapprovazione.

Hanno un carattere più indipendente rispetto ad altre razze canine ma sono lo stesso molto affezionati e leali verso il padrone.

Hanno una spiccata tendenza ad abbaiare, soprattutto verso gli sconosciuti.

I Silky sono compagni leali e affettuosi, sempre presenti dietro al padrone come un’ombra, sia nelle attività che nei momenti di relax. Sono cani con un certo caratterino che però sanno farsi amare e sono anche molto adattabili: stanno bene in ogni situazione, anche se la casa è un po’ ristretta.

Anche nel loro caso, come per altri Terrier, è meglio stare attenti e non lasciarli in compagnia di bambini piccoli. 

Il pelo dei Silky Terrier dovrà essere curato con attenzione per evitare che formi nodi o si opacizzi, andrà spazzolato e pettinato tutti i giorni. Sono cani che richiedono la totale dedizione del patrone per mantenere la loro bellezza.

Carattere: testardo, istintivo, scattante, devoto

Altezza: 20 – 25 cm

Peso:  4 – 5kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Sono cani dal carattere forte e indipendente ma anche estremamente devoti verso il padrone”


28. Dachshund (Bassotto)

I famosi “cani salsicciotto” potranno essere anche di statura ridotta ma compensano un po’ in lunghezza e un parecchio in personalità. Molti bassotti amano farsi sentire, abbaiare è uno dei modi che hanno per dominare l’ambiente in cui si trovano perché, come tanti cani di piccole dimensioni, loro si vedono come dei leoni e vogliono che gli altri si accorgano della loro incredibile maestosità.

I Dachshund sono stati creati da alcuni allevatori tedeschi e in loro si notano elementi dei segugi e dei Terrier europei. I Bassotti hanno popolato le corti reali più importanti, a partire da quella della Regina Vittoria che era particolarmente amante di questa razza.

I primi riferimenti attendibili relativi ai Bassotti (che in origine erano chiamati “Dachs Kriecher” o “Dachs Krieger”) provengono da alcuni libri scritti nei primi anni del diciottesimo secolo. In realtà i primi esemplari di Dachshund erano molto più grandi di quelli moderni, con pesi compresi fra i 14 e i 18 kg.

In passato erano cani utilizzati nelle abitazioni per cacciare piccoli animali infestanti e per lo scopo il loro carattere determinato, indomito e testardo, era particolarmente apprezzato. Anche se non sono predisposti per attività sportive come il nuoto o il salto in alto, sono campioni di affettuosità, quando vogliono, e conquistano sempre i cuori dei propri famigliari.  

A questa razza piace nascondersi, che sia in mezzo a delle coperte, nelle cucce o in giro per la casa. È un comportamento che manifestano soprattutto quando sono stanchi o annoiati.

Per il resto i Bassotti sono giocosi, testardi, molto famosi per la loro determinazione nell’inseguire piccoli roditori, uccelli o giochi che gli lanciamo durante i giochi. Di certo la loro testardaggine rende difficile l’addestramento, farci ubbidire quando non la pensano come noi non sarà una missione facile.

Se lasciati troppo tempo da soli, i bassotti tendono a sviluppare molta ansia da separazione e a riversare la frustrazione sui mobili di casa. Masticare e fare a brandelli tessuti o imbottiture per loro è un modo efficace di ridurre lo stress. Purtroppo, oltre che dannoso per le nostre economie, è anche pericoloso perché li mette a rischio di incidenti o di ingestioni accidentali di materiali ostruttivi o nocivi. 

È molto importante abituarli sin da cuccioli alla socializzazione e all’educazione. I Bassotti purtroppo possono diventare aggressivi o eccessivamente timorosi. Questa razza ha bisogno di un padrone amorevole, presente, disponibile, che capisca le sue esigenze e gli fornisca stimoli ed esercizio in abbondanza.

Se addestrati bene, con un processo di socializzazione precoce, i Bassotti andranno d’accordo sia con altri animali che con bambini piccoli. In caso contrario potrebbero rivoltarsi inaspettatamente mettendo a rischio l’incolumità dei più piccoli.

Carattere: curioso, amichevole, testardo, accentratore

Altezza: 20 – 25 cm

Peso:  7 – 14 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Sono piccoli ma molto protettivi verso la famiglia, hanno un carattere forte e sono decisamente furbi. A volte un po’ troppo timorosi”


29. American Hairless Terrier

L’American Hairless Terrier è l’unica razza nuda originaria degli Stati Uniti. I primi esemplari sono nati spontaneamente dall’accoppiamento di alcuni Rat Terrier.

I Rat Terrier sono cani creati nei primi anni dell’800 in Inghilterra e, insieme a una decina di altre razze dalle simili caratteristiche, venivano utilizzati per cacciare i ratti che infestavano le città diffondendo malattie e rubando il cibo dalle cantine. Si dice che alcuni di questi Rat Terrier fossero così abili nella caccia al ratto che ne potessero sterminare anche 2500 al giorno, l’uno.

Come la maggior parte dei Terrier, anche questo cucciolone nudo è molto amichevole sia con le persone che con gli altri animali, tuttavia può avere comportamenti territoriali verso chi non conosce.

Sono cani perfetti per chi vive in appartamento perché non hanno un carattere agitato e non richiedono attenzioni continue. Hanno una grande passione per la terra, che amano scavare… Quindi sarebbe meglio potergli offrire un giardino o portarli spesso nella natura per lasciargli dare libero sfogo a tutte le loro passioni.

Hanno una personalità vitale adatta a ogni tipo di padrone, si trovano bene anche con i bambini con cui amano giocare. Sono anche animali che se lasciati troppo tempo da soli ad annoiarsi possono creare danni di sorta con lo scopo di attirare l’attenzione.

È consigliabile lasciargli sempre a disposizione tanti giochi con cui mantenersi stimolato mentalmente, soprattutto quando non abbiamo la possibilità di interagire personalmente con lui.

L’assenza del mantello implica che questa razza avrà bisogno di cure particolari per la pelle. Innanzitutto dovremo applicargli una protezione solare prima di uscire, per evitare brutte scottature. Nei mesi invernali, invece, dovremo fare attenzione alle ferite da congelamento, e in generale dovremo aiutarlo a mantenersi caldo tramite maglioncini e cappottini.

Carattere: attento, curioso, vitale

Altezza: 30 – 40 cm

Peso:  5 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “Meno agitati dei tipici Terrier, sono adatti a ogni tipo di età e livello d’esperienza”


30. Biewer Terrier

Anche il Biewer Terrier è una razza di cani toy piuttosto recente. È davvero piccino, solo 20 cm d’altezza per 3 kg scarsi di peso. Ha lunghi, eleganti peli lucenti bianchi, marrone chiaro e marrone scuro, a sezioni, che vanno mantenuti con cura e costanza per evitare che formino nodi dolorosi da sciogliere.

Anche se non è ancora molto diffuso, il Biewer Terrier (pronunciato “beaver”) è un cane da compagnia dalle qualità eccellenti: è gioioso, leale, affezionato e va d’accordo con i bambini. La sua personalità è piena di sfaccettature, è gioioso, scanzonato, allegro, ci regalerà ore e ore di intrattenimento.

La loro piccola statura non gli impedisce di essere atletici, anzi, sapranno stare al nostro passo durante lunghe passeggiate in città o escursioni in montagna, faranno faville perfino nelle gare di agility più sfrenate.

Anche se piccini, hanno una notevole carica vitale. Sono giocherelloni, forti, sempre all’erta ma di indole mansueta e generalmente molto calmi e rilassati.

I Biewer Terrier possono sviluppare alcune problematiche legate all’alimentazione. Innanzitutto, è preferibile dar loro mangime secco di ottima qualità poiché il cibo umido aumenta la formazione di placca nei denti che in questo cane sono molto piccoli. Inoltre se notiamo che si mastica spesso le zampe o si gratta spesso, è probabile che il suo delicato apparato digerente ci stia dicendo che ha sviluppato sensibilità o intolleranze alle proteine. In questo caso possiamo scegliere alimenti a base di agnello o pesce.

La storia di questo piccolo Terrier è molto interessante ed è curioso che nel corso dei secoli sia sempre stato argomento di infervorata discussione. A quanto pare tutto ebbe inizio con i signori Biewer, una coppia che non aveva figli e che perciò aveva deciso di dedicarsi all’allevamento e alla vendita degli Yorkshire Terrier.

Il loro allevamento era molto ampio e di grande successo. Nel 1984 nella cucciolata apparve il primo cucciolo dalle caratteristiche diverse, tipiche della nuova razza che sarà poi chiamata Biewer: la pezzatura bianca, nera e marroncina. Poco dopo nacque anche un secondo cucciolo. In seguito i Signori Biewer riuscirono a sviluppare una linea di successo facendo riprodurre i cuccioli con le stesse caratteristiche fino a raffinare la selezione.

A quanto pare fu proprio il loro veterinario che suggerì alla coppia di chiamare questa nuova razza “Gertrud Biewer Yorkshire Terrier”, in seguito finalizzato in un più semplice “Biewer Terrier”.

Carattere: intelligente, devoto, buffo

Altezza: 17 – 28 cm

Peso:  2 – 3,5 kg

Aspettativa di Vita: 16 anni

Dicono di lui: “Gioiosi, atletici e divertenti: sul percorso d’agility sono inarrestabili”


31. Spitz Tedesco

A prima vista sembrerebbe proprio un Volpino di Pomerania ma l’unica altra cosa che ha in comune con questo suo sosia peloso è il passato da cacciatore di piccoli animali infestanti nelle ville dei nobili, ed è proprio per questa ragione che in generale questa razza non va d’accordo con animali più piccoli di lui, che siano di razza canina o meno.

Sono cani da compagnia esemplari: leali, gioiosi, amorevoli e affettuosi ma hanno anche bisogno di essere sempre stimolati e se la nostra routine prevede che li lasciamo da soli per diverse ore al giorno, assicuriamoci di lasciar loro abbondanza di giochi e divertimenti con cui passare il tempo o potrebbero manifestare forti segni di ansia da separazione, stress, frustrazione, e latrare o abbaiare per ore.

Come è chiaro, anche lo Spitz Tedesco ha bisogno di una regolare cura del pelo. Hanno un mantello vaporoso, tenuto sollevato da un abbondante strato di sottopelo e che risulta particolarmente voluminoso attorno al collo, dando l’impressione di formare una criniera. Questi cagnolini si trovano in numerose colorazioni, costituite prevalentemente da bianco, nero, arancione, marrone e grigio.

Sono fra le razze più antiche al mondo, la più vecchia dell’Europa centrale. Il primo accenno storico allo Spitz Tedesco si colloca nel 1450 quando venne descritto come “valido difensore della casa e dei campi” in alcuni scritti nobili.

Può anche essere piccolo ma lo Spitz Tedesco sa farsi sentire. Erano usati molto spesso dai commercianti e dai pescatori sulle navi per fare da guardia alle merci. Nelle fattorie, il fine udito di questi cagnolini gli permetteva di allertare i contadini in caso di pericoli o intrusi.

La loro tecnica consisteva nell’accucciarsi in luoghi elevati e abbaiare non appena si accorgevano di qualcosa di anomalo.

Anche se un tempo erano cani popolani, negli anni hanno attirato l’attenzione anche dei ceti più nobili della società e presto divennero cani molto richiesti fra i reali e gli aristocratici d’Inghilterra.

Carattere: devoto, vitale, attento, giocoso

Altezza: 30 – 40 cm

Peso:  10 – 12 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Si annoiano facilmente e hanno bisogno di essere costantemente stimolati con giocattoli e attività ma sono anche molto affettuosi e leali verso la famiglia”


32. Corgi

I Corgi, i celebri cani della Regina Elisabetta II D’Inghilterra, famosi anche per il loro sinuoso sederino ampio e vaporoso. Non tutti sanno che i Corgi sono di due tipi: I Pembroke Welsh Corgi e i Cardigan Welsh Corgi. Cosa li distingue? I Pembroke non hanno la coda e hanno le orecchie a punta mentre i Cardigan hanno le orecchie arrotondate. La divisione fra le razze è stata fatta solo nel 1925.

Un’altra cosa che non direste mai è che questi cagnetti dalle zampe corte sono cani da pastore; non è un caso, infatti che queste due razze di Corgi si chiamino come le due note aree agricole del Galles: Pembrokeshire e Cardigan. 

I Corgi sono sempre stati utilizzati per movimentare e radunare le mandrie di bovini. Sono cani del tipo “heelers”, vale a dire quel tipo di cani da pastore che pizzica con i denti le caviglie degli animali più grandi, come i bovini, per guidarli nella direzione desiderata. La combinazione di bassa statura e un’agilità straordinaria, gli permettono di muoversi nella mandria scansando gli zoccoli senza difficoltà.

Ve li immaginate radunare un centinaio di mucche? Forse no ma questo istinto è tutt’ora ben sedimentato nel loro carattere – anche se sono perfetti animali da salotto, di cui amano godere appieno i tanti comfort.

Sono cani molto affettuosi, abili elemosinatori di leccornie di qualunque genere – grazie anche a un musino particolarmente espressivo che ci penetra dritto nel cuore passando dagli occhi. I Corgi hanno una personalità aperta ed estroversa, fanno subito amicizia e amano socializzare sia con umani che altri animali. Perfetti anche con i bambini.

Sono compagni fedeli, che si legano ai propri padroni e agli altri animali di casa stringendo un legame profondo. Sono affettuosi, amorevoli, ma non appiccicosi.

Carattere: affezionato, intelligente, docile, maldestro

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  8 – 13 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 13 anni

Dicono di lui: “Buffi, simpatici, gli piace stare con tutti i membri della famiglia e passeggiare nella natura”


33. Glen of Imaal Terrier

Il Terrier “Glen of Imaal” è una razza irlandese allevata per la caccia alla volpe e di altri piccoli animali selvatici. Se sul territorio è un cacciatore determinato e attento, nella vita domestica è un amico fidato, affezionato e leale che ama la compagnia della propria famiglia.

È una razza robusta che proviene da una terra aspra, la remota e rocciosa Glen of Imaal nella contea di Wicklow, in Irlanda. Qui gli agricoltori di un tempo si spaccavano la schiena ogni giorno per riuscire a sopravvivere in questo panorama desolato, e i loro cani dovevano dimostrarsi altrettanto efficienti.

Il loro ruolo principale era la caccia al tasso ma c’erano anche una serie di altri strani lavori studiati proprio sulla loro piccola conformazione di cui dovevano occuparsi quotidianamente. Uno di questi è quello che gli è valso il soprannome di “Turnspit Dog” (“cane girarrosto”): pare infatti che esistessero delle piccole ruote, simili a quelle che utilizziamo oggi per i criceti, in cui questi cagnolini dovevano correre per permettere alla carne nel camino di ruotare e cuocersi. Proprio come un girarrosto.

(Un esemplare di Glen of Imaal che lavora all’interno della ruota girarrosto. Immagine tratta da Remarks on a Tour to North and South Wales, 1800)

Gentile, simpatico, molto meno incontenibile di altri Terrier ma comunque coraggioso e pieno di vitalità, il Glen of Imaal è ancora il simbolo di questa contea – anche se oggi solo come cane da salotto.

Per farlo davvero felice, però, portatelo all’aria aperta e lasciatelo libero di correre, scavare e rincorrere frisbee – previa  messa in sicurezza del giardino o assicurandoci di avere un guinzaglio lungo e robusto. Ricordiamoci che, come tutti i Terrier, anche i Glen sanno correre veloci e non dobbiamo rischiare di perderli se la loro attenzione viene catturata da uno scoiattolo di passaggio!

Anche in casa i Glen of Imaal hanno bisogno di essere stimolati, sia intellettivamente che emotivamente. Soprattutto, cerchiamo di mantenerli sempre sott’occhio perché la loro voglia di fare e tenersi continuamente indaffarati può portarli a creare qualche piccolo danno in casa…

Hanno bisogno di scaricare le energie: per loro è obbligatorio tanto esercizio fisico quotidiano.

I Glen sono cani versatili, molto intelligenti e ben disposti verso l’apprendimento. Amano molto le persone ma, senza un’educazione precoce alla socializzazione, possono avere problemi ad accettare altri cani. Rispetto a molti altri terrier sono più tranquilli ma la loro indole proviene sempre dalle stese radici e anche loro talvolta sono cocciuti, impazienti, imprevedibili, e decisamente interessati all’inseguimento di piccole prede scovate all’aperto.

La loro spiccata intelligenza ha un piccolo lato negativo: si annoiano facilmente e non sono fan della ripetitività, per questo se vogliamo educarli o insegnargli trucchi di agility (con cui si divertiranno tanto), la strada migliore sarà quella del rinforzo positivo.

Carattere: avventuroso, sfrontato, gentile, allegro

Altezza: 30 – 35 cm

Peso:  14 – 18 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 15 anni

Dicono di lui: “Amano tanto imparare e in casa sono di grande compagnia, sono affettuosi e divertenti”


34. Piccolo Cane Leone (Löwchen)

Il Piccolo Cane Leone ha origini franco-germaniche. Nel suo passato c’è un lavoro bizzarro… Proprio come il Carlino, anche lui veniva utilizzato per tenere al caldo i piedi dei regali proprietari, ed era caratterizzato da “un’acconciatura” alquanto bizzarra: peli lasciati folti davanti e completamente rasato dietro.

È una specie antica, le sue origini risalgono ai primissimi anni del sedicesimo secolo anche se gli storici dibattono ancora oggi sulla sua città di nascita. Il nome è tedesco ma già dal medioevo i Löwchen erano cani molto popolari fra le dame di Francia, Italia, Olanda, Spagna, Russia e ovviamente anche della Germania.

I Löwchen discendono dalla stessa antica linea che ha prodotto razze come il Bichon Frisé e il Maltese, ma la cosa più affascinante è che grazie ai numerosi dipinti rinascimentali custoditi in vari musei del mondo, oggi sappiamo che l’aspetto di questa razza di cani non è cambiata per almeno 500 anni.

Ai nostri giorni, questi simpatici cagnolini sono fidati compagni, giocosi e resistenti. I Löwchen sono una razza gioiosa, adatta a chiunque, perché sanno andare d’accordo sia con umani che altri animali. Non sono animali scatenati, sono intelligenti, attenti, pieni di personalità e carisma.

Per farli contenti bastano un giardino in cui giocare, ben recintato, e lunghe passeggiate accanto al padrone. Il Löwchen è un animale estremamente intelligente che ama porsi delle sfide, per questo è un ottimo candidato per le gare di agility o di obedience. Anche se non è un campione di resistenza nella corsa, è un cagnolino robusto che sarà felice di condividere col padrone qualunque attività gli vorrà proporre.

Dopo secoli passati a Corte, con la costante minaccia di sommosse e attentati reali, il Löwchen ha imparato ad essere sempre all’erta e si insospettisce di qualsiasi rumore o attività. Anche per questo motivo è preferibile insegnare a questa razza ad abbaiare con moderazione, che non è necessario essere sempre in tensione.

Sono cagnolini che vivono per compiacere i loro padroni, grazie al rinforzo positivo educarli sarà molto semplice e i comportamenti sbagliati si potranno correggere in breve tempo.

Carattere: affezionato, estroverso, positivo

Altezza: 30 – 35 cm

Peso:  6 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Fedeli, giocosi, di carattere molto docile, sono cani adatti a tutta la famiglia”


35. West Highland White Terrier

Questi candidi piccoli Terrier sono molto noti poiché diffusissimi in Inghilterra. Hanno maturato ben 300 anni d’esperienza come cani da compagnia e in parte devono questo privilegio al loro carattere coraggioso e protettivo che li ha resi ottimi cani da guardia.

La specie che conosciamo oggi come West Highland White Terrier (o Westie, per gli amici) deriva dai Poltalloch (o Poltalloch Terrier), una razza che il clan Malcolm iniziò ad allevare nel 1700 con lo scopo di eliminare specie infestanti dai loro insediamenti. Un nome alternativo era il Roseneath Terrier, ancora una volta chiamato con il nome della contea scozzese in cui furono concepiti i primi allevamenti. Infine la specie venne riconosciuta come West Highland White Terrier.

Dalla tempra coriacea come questa terra di guerrieri, di fronte a una minaccia verso il loro padrone i Westie non sanno tirarsi indietro. Hanno un’indole indomita che li spinge a proteggere i membri della famiglia come se fossero i propri cuccioli.

Sono cani anche molto indipendenti, che amano avere i propri momenti di riservatezza. Ma non pensiate che siano animali solitari, anzi: i West Highland White Terrier sono giocosi, felici, amanti delle coccole e della compagnia umana.

Carattere: protettivo, leale, felice, coinvolgente

Altezza: 28 – 30 cm

Peso:  6 – 9 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Hanno un fortissimo istinto protettivo che li porta a difendere il padrone ad ogni costo!”


36. Papillon

I Papillon (in Italiano “farfalla”) devono il proprio nome alle loro particolari orecchie che danno l’illusione di essere davvero delle ali aperte di farfalla.

Se già li troviamo sufficientemente adorabili così, aspettate a sentire questa: non esistono solo i Papillon, ci sono anche i Papillon “Phalène” che sono quei Papillon con le orecchie appiattite, proprio come le ali di una falena.

I Papillon sono nati nel periodo rinascimentale tramite l’incrocio di razze toy con gli spaniel, in seguito alla crescente moda dell’epoca di possedere versioni miniaturizzate delle loro razze preferite.

Inizialmente erano i cani preferiti dalle nobildonne di Corte e per centinaia d’anni questi elegantissimi cani da compagnia hanno popolato i salotti dei reali d’Europa; tanto erano diffusi che compaiono in numerosissimi dipinti di regine e principesse ad opera di illustri maestri come Rubens, Rembrandt, Goya, e Touloouse-Lautrec – per citarne alcuni.

Non sorprende scoprire che fra i possessori di questa razza troviamo Madame de Pompadour, Luigi XIV e Maria Antonietta, il cui Papillon restò fedelmente seduto fuori dalla cella in cui aspettava di essere decapitata.

(Ritratto di Madame de Pompadour con uno dei suoi cani Papillon, “Portrait de Madame de Pompadour” di François Boucher, 1756)

I Papillon sono cani eleganti e raffinati, con un lungo mantello soffice e fluente di colori diversi ma sempre con base bianca.

Se a prima vista ci sembra un cagnolino fragile e delicato, in realtà questa razza è robusta e piena di carica vitale, grande amante dei giochi, dell’attività fisica. È anche una razza che sa adattarsi a qualunque ambiente e clima, fatti sia per la città che per la campagna. Ai Papillon semplicemente piace stare in famiglia.

Si dice che i Papillon siano i cani di taglia piccola più facili da addestrare. Sul campo di agility questi scricciolini fanno miracoli! Sono animali davvero miti e docili, si adattano a ogni tipo di casa, famiglia ed età.

Vanno stimolati molto, hanno bisogno di tenersi attivi con il corpo e con la mente perché sono cani dall’intelligenza acuta, amanti delle sfide.

La loro attività preferita? Il lancio a riporto: ottimi “riportatori”.

Carattere: amichevole, vivace, gioioso, instancabile

Altezza: 20 – 30 cm

Peso: 2 – 4,5 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “Solari e vivaci, amano farsi coccolare e sono molto fedeli verso il padrone”


37. Norrbottenspets

I Norrbottenspets sono degli Spitz di origine nordica, provenienti da Svezia e Finlandia per l’esattezza. La loro caratteristica principale? Una grossa coda a ricciolo che termina sulla schiena.

I Norrbottenspets sta a significare “Spitz della contea di North Bothnia” e probabilmente sono discendenti da una versione piccola della razza Spitz dei Laika che vivevano con i popoli cacciatori di Capo Nord nella preistoria.

Nel corso dei secoli questi piccoli Spitz si sono evoluti, seguendo il corso della selezione naturale. In terre aspre come quelle della penisola scandinava, cacciare era un’attività di primaria necessità, serviva per procacciare cibo ma anche pelli e pellicce con cui vestirsi e scaldarsi. Inoltre le pellicce di ermellino, martora e zibellino rappresentavano un commercio redditizio. 

Al termine della Seconda Guerra Mondiale i prezzi delle pellicce crollarono esponenzialmente e c’sì anche l’interesse per i Norrbottenspets, di cui non si seppe più nulla per anni e che venne persino dichiarata ufficialmente estinta. Ma solo una decina d’anni dopo vennero ritrovati alcuni esemplari utilizzati come cani da guardia o da compagnia nell’entroterra della North Bothnia. Da cui fu svolto un accurato lavoro di riproduzione per la preservazione della specie, e oggi la razza Norrbottenspets è salva.

Anche se sono eccezionali animali domestici, conservano l’anima di cani da caccia e quando corrono possono arrivare lontano in pochissimi minuti, motivo per cui è d’obbligo adottare norme di sicurezza come guinzagli adeguati, recinzioni e magari dispositivi di localizzazione GPS, soprattutto se viviamo in aree desolate o amiamo le escursioni nella natura selvaggia.

Se sul territorio ha lo spirito dell’esploratore, quando è in casa è felice di godersi le comodità a disposizione e le nostre coccole.

Questa razza ha bisogno di fare molta attività fisica per sfogare le energie, e di venire stimolato mentalmente. Sono cani che non amano la frustrazione e sono pronti a mostrarci tutto il loro disappunto abbaiando a pieni polmoni e mettendo a segno azioni distruttive all’interno dell’ambiente domestico.  

Carattere: coraggioso, avventuroso, agile, allegro

Altezza: 40 – 45 cm

Peso: 9 – 13 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 17 anni

Dicono di lui: “Bombe d’energia con il cuore tenero”


38. Dandie Dinmont Terrier

Il Dandie Dinmont Terrier è l’unico cane in lista che possa dire di essere stato nominato in onore di un personaggio di un romanzo, più precisamente “Guido Mannering” di Sir Walter Scott. Anche se fisicamente e caratterialmente ha tutte le caratteristiche di un Terrier, ha zampe più corte ed è più incurvato rispetto alla maggior parte degli altri cani della stessa categoria.

Il Dandie è un amico affezionato, leale e giocoso. Anche lui è attratto da piccoli roditori e simili, partendo alla rincorsa non appena ne scorge uno in lontananza ed è pertanto essenziale tenere gli occhi sempre aperti con questi cagnolini predatori, mettere in sicurezza giardini, cancelli, recinzioni e munirsi di robusti guinzagli durante le passeggiate.

Può essere addestrato con successo perché è un cagnolino che ama divertirsi e amerà partecipare attivamente alle attività di training per agility o obedience, purché gliele rendiamo davvero divertenti. Sono molto cooperativi ma tendono ad annoiarsi rapidamente e quando succede, diventano testardi, rifiutandosi categoricamente di procedere in qualsiasi attività. Con loro il motto è: niente di troppo ripetitivo e monotono.

Carattere: indipendente, furbo, intelligente, fiero

Altezza: 20 – 30 cm

Peso: 3,5 – 10 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Elegante ma scattante, ama imparare, divertirsi e tenersi sempre occupato”


39. Lhasa Apso

La razza Lhasa Apso ha circa 2.000 anni. È stata notata per la prima volta nei monasteri tibetani e si credeva che quando il proprietario di un Lhasa Apso moriva ma non era ancora pronto per il Nirvana, si reincarnasse nel corpo di uno di questi cani.

Il Lhasa Apso veniva utilizzato come cane da guardia all’interno de, abilità che conserva ancora tutt’oggi. Sono cagnolini estremamente affezionati e leali con chi conoscono ma diffidenti con gli sconosciuti.

Sono indipendenti… Ma anche bisognosi d’affetto e verranno a chiedere attenzioni e coccole. Hanno bisogno di cure regolari per il pelo e di fare esercizio regolare. Anche se sono cani mansueti, il loro temperamento da “guardiano diffidente” non li rende la razza più adatta per dei bambini piccoli.  

Carattere: Sicuro di sé, intelligente, buffo, vigile

Altezza: 25 cm

Peso: 5 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Una razza molto leale e indipendente ma anche desiderosa di coccole”


40. Skye Terrier

Anche se lo Skye Terrier è piccolino, hanno un corpo tozzo e pesante. A guardarli bene hanno un assetto molto buffo: una testa grossa, un corpo tarchiato con poco collo, e zampe molto corte.

Gli Skye Terrier sono amichevoli, gentili e affezionati con la famiglia ma decisamente poco amichevoli con chi non conoscono. È importante insegnargli a socializzare da molto giovani per renderli più aperti.

Non sottovalutiamoli perché, anche se sono piccoli e tozzi, la loro personalità è a dir poco imponente. È una razza che ama dettare le proprie leggi e incaponirsi sulle cose. Una buona educazione con loro è fondamentale o ci metteranno le zampe in testa.

Il pelo ha bisogno di regolare cure.  

Carattere: coraggioso, testardo, fiero, protettivo

Altezza: 25 cm

Peso:  15 – 20 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Sono cagnolini molto tenaci, con la testa dura che amano il padrone e gli sono per sempre leali”


41. Swedish Vallhund

Dal corpo basso e lungo, lo Swedish Vallhund è un cane con antiche origini, addirittura risalenti alle navi vichinghe 1.200 anni fa. Quando non era in mare con i padroni guerrieri, questa razza era utilizzata come cane da pastore.

È piccolo ma molto robusto, forte, con un pelo spesso che lo ripara dalle rigide temperature nordiche, è un cane anche molto buffo e amante del divertimento. Ha bisogno di mantenersi sempre in esercizio sia con il corpo che con la mente, patendo molto la vita monotona. Hanno tantissima energia, letteralmente inesauribile.

Lo Swedish Vallhund ha bisogno di un padrone avventuroso e attivo, che ami trascorrere con lui momenti adrenalinici. Se cercate un cane da salotto con poche pretese, questa razza non fa per voi.

Carattere: estroverso, pieno d’energia, attento, protettivo

Altezza: 28 – 33

Peso:  9 – 15

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Non si stancano mai e hanno desiderio d’avventura. Senza una vita attiva diventano insofferenti”


42. Jack Russell Terrier

I Jack Russell, così come i Parson e i Russell Terrier, sono razze molto simili, soprattutto a livello estetico, ma hanno sottili differenze – per esempio il Parson ha uno spirito più da cacciatore del Jack Russell, anche se tutti sono considerati cani ottimi per la caccia alla volpe.

Sono cani vitali, molto energetici (il Russell Terrier è il più “da salotto” dei tre), che sanno farsi amare. Sono razze adatte a tutti i tipi di famiglia e non hanno problemi a vivere in case con bambini piccoli.

Per loro però sarà necessario predisporre una routine fatta di tanto esercizio fisico e molti stimoli mentali. Hanno un’indole profondamente curiosa, sono animali che non amano la noia e se trascurati possono sfogare la frustrazione sui mobili di casa.

Sia i Jack Russell Terrier che i Parson Russell Terrier nascono come cani per la caccia alla volpe. Le loro prime tracce sono riconducibili al Reverendo John Russell, appassionato allevatore di metà ‘800. In seguito le due linee sono state distinte diventando due razze singole.

I Jack Russell erano, fra i due, quelli con maggiore scatto e dalla maggiore velocità per inseguire la preda stando al passo dei mastini , ma anche abbastanza piccoli e compatti per sbucare dal nulla e sorprendere la preda.

Carattere: Attento, curioso, vitale, imprevedibile

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  4 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Sono dei gran curiosoni, sempre attivi e felici di giocare. Adatti per tutte le età”


43. Parson Russell Terrier

Il Parson Russell Terrier è una razza britannica strettamente legata ai Jack Russel Terrier, frutto dell’allevamento del Reverendo John Russell a metà ‘800.

Sono stati selezionati e creati per la caccia alla volpe, per riuscire a stanarla nei cunicoli quando vi si rifugiava per scappare dai mastini, ed era utilizzato anche per la caccia al tasso e di altri piccoli roditori.

Ancora oggi sono cani attivamente utilizzati per la caccia, anche qui in Italia, per esempio in Toscana per la caccia al cinghiale, sia in gruppo che singolarmente.

Sono cagnolini molti attivi che presentano molte delle caratteristiche tipiche dei Terrier da cui discendono, hanno mantelli per lo più bianchi con pezzature marroni o nere. La loro inesauribile energia unita all’intelligenza vivace, li rende ottimi cani per gare sportive ma anche di obedience.

Se c’è una cosa che i Russell (Parson e Jack in egual misura) proprio non tollerano, è la noia. Un Russell annoiato è un Russell potenzialmente distruttivo in casa. Hanno bisogno di sfogare le energie quotidianamente, sia con passeggiate che con giochi stimolanti per il corpo e per la mente.

Rispondono molto bene al training, di qualunque genere, ma l’importante è non usare toni bruschi perché incontreremmo il loro rifiuto più testardo. Come per tutti i cani, e in particolare con razze dal carattere forte come i Russell, il rinforzo positivo è la strada migliore. il cane si sentirà lodato, capace e soddisfatto, cercherà di imparare sempre di più così da rendere felice anche il suo padrone.

Quando non sono attivi nel mondo esterno, sono cani affezionati e dolci che amano godersi i comfort della casa. Sono gioiosi, solari, estroversi. Se educati già da piccoli, sono ottimi cani da compagnia anche per i bambini.

Spesso usati in film e in generale nel mondo dello spettacolo, questi piccoli cani esuberanti sono dei veri e propri caratteristi. In casa sarà di certo impossibile annoiarsi e, di certo, loro ci impediranno di trascurarli. 

Vanno d’accordo anche con altri cani e hanno un particolare feeling per i cavalli. Si adattano sia all’appartamento che alla vita di campagna ma di sicuro dovremo assicurargli lunghe corse nella natura tutti i giorni o il Parson Terrier inizierà a mostrare forti segni di insofferenza.

Carattere: Attento, curioso, vitale, imprevedibile

Altezza: 25 – 30 cm

Peso:  4 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 14 anni

Dicono di lui: “Con lui è impossibile stare fermi e quando non lo guardi, viene a cercare la tua attenzione”


44. Bichon Frisé

I Bichon Frisé sono perfetti cani da coccolare in braccio, anche grazie alla loro morbidezza estrema. Stringere uno Frisé è come abbracciare una nuvola. Dolci e mansueti, sanno essere molto divertenti e buffi.

In realtà queste due qualità le hanno proprio nel loro DNA dato che in passato erano i giullari di corte. I Bichon hanno una lunga storia di performance circensi e teatrali, sono nati per essere al centro dell’attenzione ma sempre rimanendo modesti e dolci. In casa sarà esattamente così: sapranno intrattenerci ma senza essere mai eccessivi o incontenibili, saranno amabili, docili e tranquilli.

Sono cani intelligenti che possono dare il loro meglio grazie a una buona educazione di base e non sono fra i più indicati per i bambini piccoli perché possono farsi male facilmente se il gioco si fa un po’ pesante, inoltre possono sentirsi minacciati o essere facilmente stressati innescando in loro una reazione improvvisa.   

Carattere: giocoso, curioso, divertente

Altezza: 22 – 30 cm

Peso:  5 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 15 anni

Dicono di lui: “Dolcissimi, tutti da coccolare. Gli piace tanto imparare e far divertire il proprio padrone”


45. Russkaya Tsvetnaya Bolonka

I cani Bolonka provengono dalla Russia e sono parte della famiglia dei Bichon. I cani toy non erano molto frequenti in questo Paese a causa delle temperature rigide e dell’esigenza di allevare cani da lavoro. Inoltre i Bolonka erano quasi del tutto estinti, anche se era una razza molto amata e perfetta per le esigenze della città dato che i cani più grandi erano meno adatti alla vita da appartamento.

I Bolonka sono cani protettivi, perfino territoriali, ma con tratti decisamente clowneschi. Sono intelligentissimi, buffi, affettuosi con tutti i membri della famiglia e diventano quasi delle tate con i più piccini. Sono cani sempre felici, indipendenti.

Oggi sono cani molto apprezzati in tutto il mondo anche se non ancora diffusissimi.   

Carattere: giocoso, affascinante, curioso

Altezza: 25 cm

Peso:  2 – 5 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Robusti, avventurosi, vogliono sempre giocare e sono dolci con i bambini”


46. Teddy Roosevelt Terrier

I Teddy Roosevelt Terrier erano cani molto popolari nelle case dell’aristocrazia (e non) perché determinati cacciatori di piccoli roditori e altre specie infestanti. È una qualità che non hanno perso e che dovremo saper contenere mettendo in sicurezza il giardino, oltre che tenendoli saldi al guinzaglio durante le passeggiate.

Come pare ovvio, questa razza prende il nome dall’ex presidente americano Teddy Roosevelt che pare avesse una passione per questi piccoli Terrier tanto da allevarli personalmente.

I Teddy sono una razza piena di energia, infaticabili, ottimi compagni per tutta la famiglia – altri animali inclusi. Si adattano ad ogni situazione e ad ogni ambiente. Sono animali sempre contenti, non hanno pretese particolari: per loro anche un monolocale è una reggia se in compagnia del loro padrone.

Scattanti, curiosi e intelligentissimi, sono rapidi apprenditori e si trovano davvero a proprio agio si percorsi di agility. Ma quando non sono intenti a battere il proprio record di velocità, saranno felici di accucciarsi sulle nostre gambe e godersi una meritata razione di coccole.  

Carattere: giocoso, adattabile, intelligente, scattante

Altezza: 20 – 38 cm

Peso:  4 – 10 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “Sono ottimi compagni per tutta la famiglia, dei piccoli pagliacci gioiosi”


47. Maltese

Il Maltese è una razza molto antica, oggi particolarmente popolare anche grazie al suo aspetto bianco e delicato, con soffici peli dal tocco morbidissimo, simile a una piccola nuvola candida. Ma non sono solamente belli, sono  anche cani solari che amano il gioco e infatti sono predisposti ad attività di training, soprattutto sfruttando il rinforzo positivo.

I Maltesi sono socievoli con l’uomo ma anche con altri animali e amano stare in compagnia. Come molti altri cani di piccole dimensione, non sono indicati per bambini molto piccoli sia per la loro fragilità che per la tendenza ad avere scatti imprevedibili in situazioni di stress.

Purtroppo sono cani così carini e graziosi che molto allevatori cercando di creare specie sempre più piccole. Noi vi invitiamo a diffidare delle così dette “razze teacup”… Purtroppo sono animali che soffrono di tantissimi problemi di salute e la loro aspettativa di vita è decisamente inferiore rispetto a cani “normali”.

Carattere: affascinante, grazioso, giocoso, gentile

Altezza: 17 – 22 cm

Peso:  2 – 3kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Socievoli e amanti della compagnia di persone e animali, sono perfetti per tutta la famiglia”


48. Tibetan Terrier

Questo “Terrier” in realtà non è un “Terrier”, nel senso che non è un cane da caccia che in seguito è stato allevato come cane da salotto ma è un vero e proprio cane da compagnia a tutti gli effetti.

In lui non scorre una goccia di istinto predatorio né di aggressività. In un certo senso lo possiamo vedere già dalla sua conformazione fisica: si è adattato al territorio da cui ha origine sviluppando ampie zampe piatte che gli servono per avere stabilità nella neve, permettendogli di muoversi sulle ampie distese delle montagne tibetane, non ha una muscolatura compatta e scattante, un corpo agile, che gli permette di inseguire a lungo prede per i boschi.

Questa razza è stata allevata per secoli dai monaci tibetani ed era tenuta in altissima considerazione sia da loro che dai ceti nobili, così come gli altri piccoli abitanti canini dei monasteri, i Lhasa Apso; entrambi erano considerati cani sacri, dei porta fortuna, e spesso si riteneva che le anime dei morti non pronti per il Nirvana si reincarnassero in queste due specie.

Erano usati dai monaci tibetani per sorvegliare e radunare i greggi di pecore, e per sorvegliare come una sentinella le mura dei villaggi, dei palazzi e dei monasteri. Ha sensi molto acuti che gli permettono di percepire ogni minimo rumore e allertare padroni e i possenti mastini ai minimi segni di pericolo.

Verso di lui il rispetto era talmente elevato che i Tibetan Terrier non venivano mai venduti ma solo offerti in dono a visitatori o amici, come pegno di felicità.

Sono cani di indole buona, mansueta, amichevole, troppo teneri per essere cani da guardia efficaci ma compensano come cani da compagnia.

Fra i cani di piccola taglia è quello dalle dimensioni più grandi e di certo lui si sente un cane grande dal grande temperamento, tanto che educarlo non è facilissimo, occorrono molta fermezza e una certa psicologia. Di certo, anche nel suo caso, i modi bruschi non sono indicati. Con questa razza (ma d’altronde in tutte), ci vuole dolcezza e rinforzo positivo.

È una razza davvero speciale che si adatta a tutta la famiglia, a cui si legherà immediatamente e indissolubilmente.

Carattere: affezionato, leale, sensibile, amichevole

Altezza: 35 – 45 cm                              

Peso:  8 – 13 kg

Aspettativa di Vita: 15 – 16 anni

Dicono di lui: “Amichevoli, docili ma con l’istinto della sentinella. È sempre attento ad ogni piccolo rumore per proteggere i suoi cari”


49. Barboncino Nano e Toy

I Barboncini sono il cane nazionale della Francia e in patria sono molto amati, anche se sono soprattutto noti con il nome di Caniche (“cane anatra”).

Questa razza infatti fu generata per la caccia alle anatre in Germania e ha preso il suo nome dal termine “pudelin” che significa “schizzare nell’acqua”.

L’allevamento dei Barboncini come cani da riporto acquatici iniziò circa 400 anni fa. Le loro abilità in questa mansione erano eccellenti, favorite da un fitto strato di pelo che proteggevano il cane dagli elementi e dal freddo dell’acqua, da doti natatorie impareggiabili e un’intelligenza fuori dal comune.

Ancora oggi una delle caratteristiche principali di questa razza è il suo talento nel riporto.

Quando pensiamo ai Barboncini, dai grandi ai toy, la prima cosa che ci viene in mente è la loro particolare rasatura. Le sue origini, per quanto incredibili, sono legate proprio a questo periodo storico e al loro ruolo di assistenti cacciatori, infatti i loro padroni avevano bisogno di un cane con piena libertà di movimento in acqua ma che fosse anche riparato nelle aree vitali del corpo e così hanno iniziato a rasare gambe, collo e coda, lasciando un mantello fitto e folto su petto, fianchi e articolazioni delle zampe.

Anche se sono cani dal pelo fitto e morbido, i Barboncini non perdono molti peli e sono tra le razze di cani più apprezzate per chi soffre di allergia. Sono cani decisamente attivi, pieni di energia, anche loro con un passato da teatranti per la loro naturale predisposizione a imparare giochi di abilità divertendosi.

Anche il loro aspetto si presta al mondo dello showbiz! I barboncini sono famosi per le loro acconciature stravaganti, con parti cotonate e sezioni senza pelo. E in effetti il pelo è la parte che maggiormente richiederà attenzione con i Barboncini, è importante mantenerlo lucido e forte spazzolandolo tutti i giorni.  

Carattere: attivo, fiero, acuto, esibizionista

Altezza: 25 cm (toy), 25 – 40 (nano)

Peso:  2 – 3 kg (toy), 4 – 7 (nano)

Aspettativa di Vita: 10 – 18 anni

Dicono di lui: “Hanno una forza che nessuno potrebbe mai immaginare. Sanno dosare energia a dolcezza con il proprio padrone”


50. Cocker Spaniel

Grandi occhi dolci e scuri, lunghe orecchie morbide tutte da stropicciare e un musino simpatico fanno di questo cane uno dei più amati nel mondo.

I Cocker Spaniel si trovano in tantissime varietà di mantelli, anche se i più famosi sono di colore rossiccio o nero.

Sono cani amanti del gioco, grandi amici dei bambini con cui trascorreranno interminabili ore a divertirsi. Sono cani che imparano velocemente, dal carattere mite. Se decideremo di avviarli a una “carriera sportiva”, sul campo di agility daranno sempre il loro meglio. Non a caso è una razza veloce, scattante, in grado di raggiungere grandi velocità e avere una resistenza invidiabile.

Ma non solo trucchetti ed esercizi, i Cocker Spaniel imparano rapidamente anche la buona educazione e sono ottimi cani da obedience.

La razza spaniel è molto antica, probabilmente nata in Spagna (data l’assonanza fra “spaniel” e “Spagna”) come cane da caccia ai volatili, quando i cani venivano ancora utilizzati in abbinamento alle reti prima dell’avvento dei fucili.

Per secoli gli spaniel europei e britannici sono stati raggruppati semplicemente come “spaniel da riporto a terra” e “spaniel da riporto in acqua” ma nel diciannovesimo secolo venne fatta una classificazione più precisa delle diverse razze, fra le quali quella del “Cocker Spaniel” – chiamata così perché erano cani specializzati nella caccia al “woodcock”, la beccaccia.

I Cocker Spaniel sono di due tipi: l’English Cocker Spaniel e l’American Cocker Spaniel. Si differenziano principalmente per grandezza (l’American è più piccolo e corto) e per alcune piccole variazioni nella conformazione del muso e della testa.

In famiglia, sono cani dolcissimi, con un’ottima predisponine sociale. Sono intelligenti, affettuosi, giocosi e allegri ma mai iperattivi e indomabili. Sono un ottimo cane per la famiglia, adatto a tutte le fasce d’età inclusi bambini e anziani.

Sono cani dall’indole sensibile ed è quindi importante non utilizzare mai toni bruschi con loro, né durante l’addestramento né dentro casa.

Il loro passato da cacciatori ha lasciato in eredità a questi cani due caratteristiche principali: l’aspetto gregario e l’energia. I Cocker Spaniel infatti amano la compagnia di altri animali, amano socializzare e giocare insieme, con un istinto di gruppo. Allo stesso modo sono cani dalla grande resistenza fisica che devono sfogare le energie all’aperto tutti i giorni ed essere stimolati anche a livello intellettivo tramite giocattoli o sfide divertenti.

Si legano molto al padrone e agli altri membri della famiglia, animali inclusi, e mostrano spesso ansia da separazione quando vengono lasciati soli per periodi troppo lunghi.

Carattere: scattante, intelligente, estroverso, dolce

Altezza: 37 – 40 cm

Peso: 9 – 13 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 14 anni

Dicono di lui: “Socievolissimi, intelligentissimi, sempre allegri – ai limiti dell’iperattività”


51. Beagle

Ve lo ricordate Snoopy, il cagnolino di Charlie Brown? Pare fosse proprio un Beagle.

Simpatico e pieno di energia, il Beagle è un compagno leale, giocherellone, divertente e molto solare. Ama stare in compagnia della famiglia e non sarà difficile inserirlo con altri animali perché il suo istinto è legato al passato da cacciatore, dove lavorava in gruppo e l’istinto del branco l’ha accompagnato nei secoli.

Sulle sue origini non è mai stata fatta totale chiarezza, perfino il suo nome non ha un’etimologia definita… Alcuni esperti ritengono che derivi dal gaelico “beag”, che significa “piccolo”, ma altri la collegano al termine francese utilizzato per descrivere il verso dei cani quando cacciano: be’geule.

Esistono due tipi di Beagle: quelli che non superano i 33 cm alla spalla e quelli fra i 33 e i 38 cm, entrambe le varietà sono robuste, muscolose, toniche. Hanno tutte le qualità di un cane fisicamente performante e di un cucciolone da salotto disponibile a intrattenere la famiglia e farsi coccolare. Non dobbiamo sorprenderci se questa razza è sempre stata fra le preferite degli appassionati cinofili di tutto il mondo.

Se un tempo scaricavano le energie nei boschi, oggi sono cani che hanno bisogno di trascorrere tempo all’esterno per correre e giocare. Ciò però non significa che basterà lasciarli in giardino e sapranno intrattenersi da soli – ricordiamoci che il loro istinto è gregario e hanno bisogno di condividere per essere appagati. Sarà nostra cura trascorrere con il nostro Beagle molto tempo di qualità interagendo con lui, fra passeggiate, scampagnate o semplice gioco.

Sono animali curiosi, intelligenti, senza uno stimolo mentale adeguato potrebbero sfogare la frustrazione in modo distruttivo all’interno della casa. Per lo stesso principio non sarà corretto neanche lasciarli sempre chiusi in casa. Ai Beagle serve l’aria aperta e il contatto con la natura, devono poter correre, scavare, magari giocare al riporto per stimolare il loro antico istinto di riportatori di prede.

A proposito, ho detto “scavare”? Perché i Beagle sono anche artisti della fuga. Sono abilissimi scavatori e non gli sarà difficile creare una buca per oltrepassare una recinzione, o studiare come aprire la maniglia di un cancello. Quando mettiamo in sicurezza la nostra area esterna, dovremo fare particolare attenzione a questo aspetto, e quando li accompagneremo in bellissime passeggiate al parco, scegliamo un guinzaglio e una pettorina che siano robusti e con un’impugnatura che non ci sfugga dalla mano in un suo scatto improvviso.

Carattere: energetico, solare, imprevedibile, estroverso

Altezza: 33 – 40 cm

Peso: 9 – 11 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Affezionatissimi, non vogliono mai separarsi dal padrone e lo coinvolgono in tutte le loro attività”


52. Shiba Inu

Lo Shiba Inu è la più piccola delle razze di cani autoctone giapponesi. Era comunemente utilizzato per la caccia nelle aree montuose dell’entroterra e fra i suoi tratti distintivi notiamo immediatamente una corporatura compatta, muscolosa e agile, chiaramente collegabili al loro lavoro del passato.

Nella maggior parte dei casi gli Shiba Inu sono molto energetici e amano intrattenersi in lunghe passeggiate con i padroni. Anche se non hanno un temperamento distruttivo e non mostreranno smodata frustrazione patologica se non vengono portati fuori tutti i giorni, i proprietari di questa razza non dovrebbero trascurare la loro necessità di tenersi in esercizio ed è per questo che sarebbe bene abitassero in una casa con giardino.

Sono cani anche piuttosto emotivi che possono sviluppare ansia da separazione, soprattutto se devono stare da soli a casa per lunghe ore al giorno. Per supplire al problema è bene procedere a sedute di training per la gestione della noia e della solitudine, meglio se già da cuccioli ma non esclusivamente.

Come accennavamo all’inizio, questi cani hanno una storia antica. Si pensa risalgano persino al 300 AC. L’etimologia del nome è distintiva della sua origine da cacciatore, infatti “Shiba” in giapponese significa “sottobosco” e potrebbe fare riferimento o alla vegetazione delle montagne in cui era utilizzato per cacciare o al colore rossiccio del pelo che ricorda quello delle foglie imbrunite, mentre “Inu” significa “cane”.

Già verso la fine della Seconda Guerra Mondiale gli Shiba Inu erano quasi estinti ma per fortuna alcuni esemplari riuscirono a sopravvivere nonostante il degrado e la miseria che avevano sconvolto il Paese, e oggi è il cane da compagnia preferito dei giapponesi.

Carattere: leale, affezionato, gentile

Altezza: 33 – 43 cm

Peso: 8 – 10 kg

Aspettativa di Vita: 13 – 15 anni

Dicono di lui: “Delicato e ipersensibile, ama allo stesso modo la vita domestica e le passeggiate nella natura”


53. Shetland Sheepdog

Gli Shetland Sheepdog sembrano dei Collie in miniatura e non a caso hanno molti tratti in comune con i loro cugini più grandi. Sono cani piccoli ma attivi, agilissimi, che un tempo si occupavano dei greggi di ovini delle fattorie in cui venivano allevati e che oggi sfruttano queste loro qualità sui campi di agility (e di altre competizioni) portandosi a casa una medaglia dopo l’altra.

Hanno un carattere molto sensibile, si affezionano subito alla famiglia abituandosi al suo ritmo naturale, senza imporsi. Tuttavia sono cani piuttosto vocali che amano abbaiare, sono diffidenti verso gli sconosciuti e proteggono i loro confini con decisione, infatti sono ottimi cani da guardia.

Il loro fisico scattante e atletico andrà coltivato con esercizi regolari ma sono cani accomodanti che sapranno adattarsi alle vostre proposte. A loro basterà anche un giro nel parco o giocare a lungo in casa ma di sicuro li farete felici in un percorso a ostacoli o in gare d’abilità.

Le passeggiate e le escursioni sono stimoli perfetti per questa razza che ha la campagna nel sangue; odori ed elementi naturali per lui saranno uno sprone sia mentale che fisico. Ciò non significa che non vadano bene come cani da città, anzi, l’importante però sarà assicurarsi di portarli a fare delle belle passeggiate in qualche area verde per fargli ritrovare il legame con la natura.

Gli Shetland provengono dalle omonime Shetland Islands, delle isolette rocciose situate nell’estremo nord del Regno Unito in cui l’attività principale è proprio la pastorizia. Qui venivano impiegati nella gestione dei greggi o in altre piccole attività di sorveglianza dei cortili e degli animali d’allevamento (polli, pony, ecc..).

Se gli Shetland Sheepdog sembrano dei Collie in miniatura è proprio perché in realtà è ciò che sono. Grazie alla loro dimensione più minuta rispetto ai loro gemelli grandi, gli Sheltie avevano minore bisogno di cibo e risorse rispetto agli altri cani da pastore, e in un clima rabbioso e aspro come quello delle Isole Shetland era un requisito fondamentale, perché il cibo era sempre molto scarso. Questo spiega anche la dimensione ridotta dei Pony.

Carattere: atletico, affezionato, vocale

Altezza: 33 – 40 cm

Peso: 5 – 11 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 18 anni

Dicono di lui: “Sa farsi rispettare e fa spesso la voce grossa ma è un cane affettuoso che ama difendere la sua casa”


54. Bull Terrier Nano

Il Bull Terrier fu creato come cane da combattimento nel 1830 incrociando i Bulldog all’ormai estinto English terrier. Non passò molto tempo prima che iniziò ad aumentare la richiesta di una razza uguale ma più piccola e quindi furono selezionati e riprodotti gli esemplari di dimensioni più ridotte per formare l’antenato dell’attuale Bull Terrier Nano.

Il motivo della richiesta? Utilizzarli come cani per la caccia di superficie al ratto da abbinare alla caccia sotterranea per mezzo di cunicoli in cui erano specializzati altri terrier.  

L’istinto predatorio verso piccoli animali e la tempra protettiva verso il gruppo e il padrone, sono tratti che ancora adesso fanno parte dell’istinto del Bull Terrier.

Il Bull Terrier Nano ha una struttura corporea molto forte e compatta, fatta apposta per l’esercizio fisico. La sua mente è reattiva, sveglia e dotata di una grande intelligenza. Sono cani coraggiosi, dal temperamento di fuoco, sempre al massimo delle energie. Ma come tutti i Bull Terrier, sono anche molto amorevoli e dolci, con un pizzico di testardaggine.

Un aspetto molto positivo di questa razza è che vive bene anche in poco spazio, l’importante è assecondare la sua esigenza di muoversi perché questa grande personalità deve poter essere indirizzata in qualche modo.

Sono piccoli ma saprebbero tenere testa e sottomettere i cani più grandi. Ed ecco perché è importante dare a questa razza una base di training per riuscire a contenere gli aspetti più “combattivi” e “cocciuti” del loro patrimonio genetico. Ma facciamo bene attenzione: non è una razza aggressiva, anzi sono giocosi e amorevoli soprattutto con le persone che amano, il loro istinto però li porta ad essere imprevedibili verso gli altri cani.

Carattere: impavido, energetico, cocciuto, giocoso 

Altezza: non più di 35 cm

Peso: 9 – 15 kg

Aspettativa di Vita: 11 – 14 anni

Dicono di lui: “Un concentrato puro di energia e carattere”


55. Boston Terrier

Come molti altri cani (ad esempio l’Havanais, il Griffone di Bruxelles o il Norfolk Terrier), il Boston Terrier è stato chiamato così in onore della sua città di provenienza.

Il diciannovesimo secolo è stato un tempo in cui gli sport sanguinari attiravano moltissimo pubblico ed è stato questo che ha portato molti allevatori ad incrociare razze Terrier e Bull di vario genere per creare nuovi esemplari da inserire nei combattimenti fra cani o in concorsi di caccia. Verso il 1860 fu incrociato un Bulldog con l’ormai estinto English Terrier che portò alla nascita di un cane muscoloso e coriaceo di nome Judge.

Dopo essere stato venduto a un altro allevatore di Boston, Judge iniziò a dare alla luce altri cani come lui, tanto che ancora oggi è considerato il patriarca di tutti i Boston Terrier.

Sono cani piccolini ma robusti, per fortuna oggi sfruttano i loro corpi muscolosi e forzuti solo in vigorose gare di tiro alla fune con il proprio padrone. I Boston sono molto socievoli, in particolare con le persone. Amano moltissimo le passeggiate col padrone, esplorare la natura ma non disdegnano neanche la vita domestica e potremmo perfino dire che hanno un’anima dandy visto che si trovano a proprio agio anche al tavolino di un bar o in situazioni mondane.

Sono compagni affezionati, adatti per famiglie di ogni genere.

Intelligenti, testardi, quando si mettono in testa qualcosa difficilmente possiamo fargli cambiare idea. Sono cani determinati e particolarmente cocciuti, con questa razza è bene partire da una buona educazione. Ma nel momento in cui sapranno rispondere ai nostri “no” e ad altri comandi fondamentali per il loro benessere, saranno animali fedeli, affettuosi, amorevoli, che ci conquisteranno anche grazie alla loro buffa testardaggine.

Il Boston Terrier è un cane molto allegro ed estroverso, che ama divertirsi e farci divertire come un piccolo clown. Con lui non ci si annoia davvero mai. La cosa bella di questo cagnolino è che non è mai invadente con le richieste d’attenzione, a lui piace stare con il proprio padrone e ne seguirà i ritmi senza imporsi con sceneggiate da diva.

Sono cani di indole tranquilla che in genere non abbaiano se non strettamente necessario e per questo sono ottimi cani da appartamento. Amano stare in compagnia delle persone, interagiscono bene sia con bambini che altri animali (cani e non), se introdotti nel modo giusto.

Inoltre non sono animali impegnativi, nella loro routine sarà sufficiente inserire anche solo delle tranquille passeggiate due o tre volte al giorno, non hanno bisogno di lunghe ore d’allenamento per sfogare le energie come altri cani della stessa famiglia.

Se nella vita quotidiana non sono cani impegnativi dal profilo dell’allenamento, la loro indole giocosa e la loro grande intelligenza unita al corpo sodo e muscoloso, fanno di questa razza ottimi cani da agility – e non solo. Ai Boston Terrier piace imparare e si divertono a giocare con il proprio padrone. Se allenati nel modo giusto, daranno il meglio in qualunque gara a percorso e di obedience.

D’altronde non dobbiamo stupirci, si tratta sempre di un Terrier, in lui si sono preservati tratti tipici di questa razza selezionata per la caccia ai piccoli animali. Ad esempio il suo carattere socievole attinge all’istinto del branco, essendo spesso utilizzati per la caccia in gruppo.

Le esigenze di movimento di questo cane sono piuttosto soggettive, al contrario di altri Terrier sempre su di giri. Nella maggior parte dei casi una o due lunghe passeggiate al giorno saranno sufficienti ma alcuni altri potrebbero aver bisogno di sessioni di corsa e gioco quotidiane più lunghe.

I Boston Terrier hanno bisogno della nostra interazione, lasciarli giocare da soli in giardino non è un piano vincente perché probabilmente li troveremo accucciati a sonnecchiare in attesa di vederci arrivare con una pallina. È importante assecondare le loro necessità e comportarci da padroni responsabili perché questa razza si annoia facilmente e, se trascurata, sfoga la sua in modo distruttivo.

Per fare contento un Boston Terrier non sono necessari salti mortali: è un cane semplice e gentile, un giocattolo e una rincorsa saranno  sufficienti ad appagarlo completamente.

Essendo una razza particolarmente versatile, con una personalità positiva, amanti della compagnia umana, i Boston Terrier sono ottimi cani per la pet therapy.

Carattere: amichevole, solare, divertente, determinato

Altezza: 35 – 45cm

Peso:  6 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 11 – 13 anni

Dicono di lui: “Hanno tante energie da sfogare e vogliono sfogarle insieme al padroncino”


56. Norwich Terrier

I Norwich Terrier sono fra le razze di cani da lavoro più piccole. Hanno un pelo duro e ispido e un corpo compatto, muscoloso. Già al primo sguardo il suo aspetto ci dice che è una razza di sostanza, con pochi fronzoli e infatti il suo ruolo, nelle fattorie come nelle città, era quello di predatore di ratti.

Determinati, senza paura e scattanti, i Norwich non sono cani toy soffici e graziosi da pettinare con vanesi fiocchetti ma ciò non significa che non siano cani fedeli, giocosi e ottimi membri della nostra famiglia.

I Norwich si distinguono dai loro cloni, i Norfolk Terrier, solo per la forma delle orecchie che nel nostro caso sono a punta mentre nei Norfolk sono ripiegate.

Hanno una personalità gioiosa anche se a volte sono davvero testarti. Sono cani instancabili, potrebbero correre dietro a una pallina per tutto il giorno e essere ancora pronti per fare nuovi giochi con noi. I Norwich però sono anche cani affettuosi e se avremo soddisfatto le loro esigenze di moto, si sdraieranno volentieri in braccio a prendersi qualche ora di meritate coccole.

Sono cani intelligenti che amano imparare ma non hanno una soglia dell’attenzione particolarmente elevata quindi è preferibile fare allenamenti brevi, a mezzo di rinforzo positivo, per mantenerli ben concentrati e appagati quando gli vogliamo insegnare qualche cosa di nuovo.

Come accennato in precedenza, sono – come tutti i Terrier – cani attratti dai piccoli animali che sono pronti ad inseguire a qualunque costo. Con queste razze è importantissimo assicurarsi di avere attuato ogni norma di sicurezza possibile: chiusura sicura di cancelli, recinti alti e profondi che impediscano loro di saltare fuori e/o di scavare cunicoli per passare dall’altra parte, guinzagli robusti e pettorine ben allacciate.

Una curiosità carina sulla storia di questa razza è che alla fine dell’’800, a cavallo fra il 1870 e il 1880, divenne la preferita degli studenti dell’Università di Cambridge. Una vera e propria moda, se così vogliamo dire. I piccoli Norwich erano tenuti come animali da compagnia all’interno delle stanze ma si occupavano anche si liberarsi dei ratti che infestavano i dormitori. Tutto nacque da una fortuita coincidenza, infatti proprio vicino all’università c’era una stalla in cui questi cani erano allevati per la stessa funzione, e così si diffusero presto come i cani ufficiali degli studenti di Cambridge.

Carattere: testardo, energetico, solare, indomito 

Altezza: 24 – 25,5 cm

Peso: 5 – 5,5 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Gli piace imparare cose nuove e vivere tutto come un gioco”


57. Maltipoo

I Maltipoo sono piccoli cani di dimensione toy o nano frutto dell’incrocio fra Maltesi e Barboncini.

Adorabili, docili, fedeli e giocherelloni, sono un concentrato di divertimento in un corpicino di pochi chilogrammi. È talmente carino e soffice che sembra un cagnolino dei cartoni animati.

Non solo dolce e tenero, il suo musino espressivo ci fa capire che è anche un cane particolarmente intelligente, che imparerà in fretta tutti gli insegnamenti e i giochi che gli vorremo insegnare.

Il suo morbido pelo è anallergico, ma non c’è un vero e proprio standard in questa razza visto che non è una riconosciuta ufficialmente. Diciamo che carattere e aspetto dipenderanno dagli allevatori e dai cani utilizzati per realizzare la cucciolata. Possiamo trovare Maltipoo con pelo liscio, riccio o ondulato e in colori che vanno dal bianco al nero passando per tutte le gradazioni del crema e del marrone.

Non c’è uno standard neanche per le dimensioni, in ogni caso li potremo trovare in versione toy o nano.

La selezione delle razze genitrici di questo grazioso cagnolino sono state scelte sia per indole che per caratteristiche del pelo (è una razza fortemente voluta per soddisfare le esigenze di chi soffre di allergia). Dal Barboncino ha di certo ereditato la vitalità e l’intelligenza mentre del Maltese, oltre all’aspetto fisico, ritroviamo la vanità, la voglia di essere viziato e la testardaggine.

È un cane perfetto per ogni famiglia, ogni casa e ogni età. Si adatta alle esigenze di bambini come di anziani, proprio perché sa adattarsi al ritmo della persona con cui vive e non ha particolari esigenze né pretese. Anzi, il Maltipoo è un cane che sa come farsi amare da chiunque, sempre affettuoso e allegro. Può peccare di iperattività e di sicuro è un cane molto vocale che tende ad abbaiare soprattutto la notte.

Per fortuna il Maltipoo è anche un cane che impara in fretta e non sarà difficile insegnargli a comportarsi in modo educato e ammorbidire alcuni atteggiamenti scorretti, per esempio quando è giusto abbaiare e quando invece no. Inoltre è sempre sospinto dal desiderio di compiacere il proprio padrone e questo aspetto, unito al suo carattere docile, lo rende un cane perfetto anche a chi è alla prima esperienza.

Attenzione, però: come il Barboncino è un cane ipersensibile e quando lo educhiamo o lo rimproveriamo non dovremo mai utilizzare toni bruschi perché potremmo lasciare in lui dei veri e propri traumi.

Carattere: Tenero, docile, affezionatissimo, ipersensibile

Altezza:  35 cm

Peso: 2 – 5,5 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 16 anni

Dicono di lui: “Amorevoli, un concentrato di dolcezza in un batuffolo di pochi chili”


58. Manchester Terrier Toy

Il Manchester Terrier, come molti altri cani di questa lista, prende il suo nome dalla città inglese in cui è stato allevato.

Si trova in due dimensioni, il toy e lo standard. È un cane longilineo e scattante, con tutte le caratteristiche principali dei Terrier allevato per la caccia ai roditori. Il suo carattere è molto vitale e pieno di energia, solare, particolarmente atletico e sempre desideroso di mettersi alla prova.

Il padrone ideale di questo grazioso piccolo atleta dai colori eleganti è una persona molto attiva e desiderosa di passare con lui molto tempo di qualità, stimolandolo sia fisicamente che mentalmente. Ma non è solo sport e giochi d’intelligenza, il Manchester Terrier è un cane che ama molto anche rilassarsi sul divano e farsi coccolare.

Questo cagnolino è molto furbo e sveglio, ama averla sempre vinta e cercherà di trovare ingegnosi stratagemmi per ottenere ciò che vuole. Detto ciò, va sottolineato che non è un cane ribelle: gli piace compiacere il proprio padrone e può essere educato efficacemente sfruttando la sua voglia di divertirsi. Con lui la politica migliore è sempre il rinforzo positivo, ci vogliono tante ricompense e complimenti.

La sua storia è interessante: molto nota per le sue aziende tessili, verso la metà dell’ottocento a Manchester gli operai avevano due passioni con cui intrattenersi dopo il duro lavoro, la caccia al coniglio e le scommesse sui ratti. In quest’ultimo caso veniva predisposto un recinto in cui piccoli Terrier dovevano cacciare dei ratti e venivano fatte scommesse sui risultati.

Gli allevatori si impegnavano in creare sempre nuovi incroci per trovare una razza che eccellesse in entrambe le attività, quindi fecero accoppiare degli English Toy Terrier (i così detti “Black & Tan”) con dei Whippet. Il risultato fu una prima versione dei moderni Manchester Terrier.

Piccolo e grazioso, presto attirò l’interesse anche delle donne dell’alta società d’epoca vittoriana che erano molto attratte da cani minuti e particolari. La razza venne così ulteriormente filtrata creando la versione Toy.

Carattere: energetico, scattante, furbo

Altezza: 25 – 30 cm

Peso: non più di 5,5 kg

Aspettativa di Vita: 14 – 16 anni

Dicono di lui: “Aspetto elegante e fisico atletico, deve essere costantemente in movimento”


59. Peekapoo

Nato dall’incrocio di Pechinese e Barboncino, il Peekapoo è una razza di origine statunitense allevata per la prima volta negli anni ’50.

Sono cani molto dolci, affettuosi e di indole mansueta che si adattano a persone di ogni età, particolarmente indicati per la pet therapy e come animali di supporto emotivo.

Se cercate un cane che ami farsi coccolare con cui entrare in simbiosi, avete trovato la razza per voi! 

Anche se il suo pelo è folto e piuttosto lungo, non è un cane fatto per vivere all’aperto sia per delicatezza fisica che per la necessità di restare molto vicino alla famiglia, a cui si lega indissolubilmente. Inoltre dovremo prenderci molto cura di lui per quanto riguarda il grooming, andrà spazzolato almeno una volta al giorno e lavato almeno due volte al mese.

Ama molto le passeggiate e giocare in compagnia di umani e altri animali di casa, con cui tendenzialmente va d’accordo senza problemi. È un cagnetto che impara molto rapidamente, che ama compiacere il padrone e per questo sarà facile da educare.

Come tutti i cani di razza ibrida, anche il Peekapoo non ha uno standard di riferimento e potremo trovarlo di misure e colorazioni molto diverse, tutto dipenderà dai genitori. Li troveremo facilmente in tutte le gradazioni del crema e del marrone ma anche grigi, bianchi o neri.

I Peekapoo sono cani da salotto perfetti, con un carattere mite e dolcissimo – anche se un po’ testardo – che amano molto socializzare con chiunque. Non sarà difficile vederli avvicinarsi ad altri cani nell’area gioco dei giardinetti per fare amicizia, né cercare le attenzioni di adulti e bambini. Chiaramente questo ci obbliga a tenere gli occhi sempre ben aperti perché non tutti gli altri cani o esseri umani possono essere altrettanto ben disposti e loro sono talmente piccoli che basta poco per fargli male.

È un cane ipersensibile: oltre a dover fare molta attenzione a non sgridarlo mai con troppa veemenza, dobbiamo avere cura di presentargli nuove persone importanti nella nostra vita così che non si senta tagliato fuori. Soprattutto se siamo il suo umano di riferimento, la sua gelosia sarà palpabile.

Carattere: affettuoso, solare, leale, un po’ geloso

Altezza: 10 – 20 cm

Peso: 4 – 8 kg

Aspettativa di Vita: 10 – 11 anni

Dicono di lui: “Sono tanto sensibili ed emotivi, con loro non dobbiamo mai alzare la voce per non offenderli”


60. Rat Terrier

I Rat Terrier sono una razza statunitense dall’aspetto compatto, liscio e muscoloso.

Come suggerisce il nome, sono cani che un tempo venivano utilizzati come cacciatori di topi, d’altronde tutti i Terrier – chi più, chi meno – condividono questa stessa storia. Oggi è un cane giocoso e pieno d’energia che si trova in due taglie: Nano (25 – 33 cm) e Standard (33 – 45 cm).

I Rat Terrier sono cani estremamente intelligenti con una gran sete d’apprendimento. Amano imparare e sono cani perfetti da addestrare per qualunque tipo di attività, dall’obedience all’agility. Sono cani anche molto intuitivi, con una particolare sensibilità, e amano molto compiacere il loro padrone (per questo con loro dolcezza, complimenti e rinforzi positivi sono la chiave d’azione migliore).

Nella maggior parte dei casi i Rat Terrier vanno d’accordo con i bambini ma possono rivelarsi un po’ riservati con chi non conoscono, in ogni caso mai aggressivi. Anzi, sono i più pacati di tutti i Terrier anche se le loro energie restano inesauribili, un marchio di fabbrica di tutta la categoria.

Non sono cani consigliati a persone pigre: i Rat devono poter sfogare tutti i giorni la loro voglia di correre e fare giochi stimolanti, esplorare, scavare, interagire attivamente con il proprio padrone in uno scambio reciproco di attenzioni. È uno di quei cani che non ama giocare da solo, deve sentire che il padrone partecipa, lo guarda, e non devono mancare giochi d’astuzia che stimolino altrettanto la sua intelligenza.  

Se saprete soddisfare questi requisiti, i Rat Terrier saranno i vostri migliori amici, diventeranno dei membri indissolubili e leali della vostra famiglia.

Carattere: aggraziato, intelligente, energico, affettuoso

Altezza: 25 – 45 cm

Peso: 4 – 11 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 18 anni

Dicono di lui: “Ha una mente davvero brillante, è furbissimo ma soprattutto non può mai stare fermo”


61. Piccolo Brabantino (Griffon Brabançon)

La razza del Piccolo Brabantino è stata creata in Belgio nel diciannovesimo secolo, è frutto degli incroci fra Affenpinscher, Schauzer Nano e Carlino.

Condivide l’origine con il Griffone Belga e il Griffone di Bruxelles ma a differenza loro ha un pelo ruvido e, in alcuni casi, gli esemplari nascono con il pelo raso.

Nonostante sia molto poco diffuso, è un cane da compagnia perfetto: è intelligente, desideroso di imparare e quindi ben disposto verso l’addestramento, è docile, mansueto, coccolone, affettuoso e pieno di vitalità.

La sua indole lo porta ad affezionarsi subito al padrone che seguirà ovunque come un’ombra. Spesso i Piccoli Brabantini soffrono d’ansia da separazione e sono ipersensibili, hanno bisogno di attenzioni continue del padrone e soffrono quando vengono ignorati o – peggio ancora – lasciati molto tempo a casa da soli.

Sono cani di base molto estroversi che socializzano facilmente con gli sconosciuti ma che non amano i bambini. In appartamento si trovano a proprio agio, non hanno grandi esigenze di spazio, a loro basta avere una vita ricca di affetto e cure dalla propria famiglia, di cui assumerà presto la quotidiana routine.

Coraggioso e sempre all’erta, il Piccolo Brabantino è un grande abbaiatore. Come tutti i Griffoni, ha una personalità sconfinata pressata in un corpicino di pochi centimetri: è buffo, furbo, leale, e di sé ha una grandissima stima.

Di sicuro questa sua (talvolta comica) caratteristica attinge alla sua storia. Infatti, sebbene inizialmente fosse stato creato per cacciare ratti e altri piccoli animali infestanti, prestissimo fu trasformato in un cane da salotto per le classi più sofisticate, che amavano ricoprire i griffoncini di coccole e attenzioni principesche. 

Il vero punto di svolta fu nel 1870, quando la Regina del Belgio si appassionò a questa razza, dando vita a una vera e propria mania di corte. I Griffoni diventarono i cani più diffusi negli ambienti reali e aristocratici, e gli allevatori iniziarono a selezionare sempre di più gli incroci per creare esemplari più piccoli e dal viso ancora più umanizzato.

Carattere: leale, sveglio, curioso

Altezza: 17 – 25 cm

Peso: 3,5 – 4,5 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Si affezionano così tanto al padrone che non vogliono lasciarlo neanche per cinque minuti”


62. Border Terrier

I Border Terrier sono una razza di ottimo carattere. Sono affezionati, affettuosi e possono essere addestrati con facilità.

Amano il contatto con la natura, giocare all’aperto e sono ottimi compagni per i bambini di cui apprezzano sicuramente le inesauribili energie e la voglia di giocare con loro.

Un tempo utilizzati come cani di campagna, oggi i Border Terrier sono perfetti cani da appartamento ma non dovremo mai trascurare le loro necessità, ci dovremo impegnare a fargli fare esercizio quotidiano portandoli al parco, fare passeggiate, permettere loro di sfogare le energie.

Ai Border serve almeno un’ora al giorno di esercizio fisico molto attivo, con giochi che lo facciano correre e scaricare. Vanno bene anche lunghe passeggiate a passo svelto. Come tutti i Terrier, anche il Border deve essere sempre tenuto al guinzaglio per evitare rischi di fuga e se abbiamo un’area esterna, assicuriamoci che cancelli e recinzioni siano sufficientemente sicuri: oltre ad essere agili e furbi, i Terrier sono anche abili scavatori e non si faranno problemi a passare sotto alla recinzione invece che attraverso se questa non è ben affondata nel terreno.

Questa razza di solito si inserisce bene con altri cani ed è adatta a una famiglia che ha altri animali ma sarebbe meglio non inserirlo in famiglie con gatti o animali da compagnia esotici come roditori, mustelidi e volatili perché il suo istinto da cacciatore potrebbe avere il sopravvento.

Carattere: affezionato, gioioso, coraggioso

Altezza:  30 – 38 cm

Peso: 5 – 7 kg

Aspettativa di Vita: 12 – 15 anni

Dicono di lui: “Per loro tutto è un’avventura, adorano giocare con i bambini”


Domande frequenti

🐾 Qual è la razza di cani più piccola al mondo?

I Chihuahua

I Chihuahua sono la razza di cani più piccola al mondo, in alcuni casi il loro peso raggiunge a malapena 1,5 kg. Bisogna fare molta attenzione alle razze così dette “tea cup”, dove gli esemplari sono incrociati per creare cani sempre più piccoli.

In questi animali purtroppo insorgono presto gravissime patologie e anche lo scheletro è troppo fragile per godere di una vita normale. È preferibile evitare di alimentare questo tipo di allevamento e diffidate dagli allevatori che propongono questa dimensione, non sono etici.

🐕 Cosa si intende per “cane di taglia piccola”?

Si definiscono “cani di taglia piccola” tutti quei cani che, una volta raggiunta l’età adulta, non superano i 10 kg di peso. In media hanno un’aspettativa di vita di 15 anni e, anche se ogni razza ha dimensioni diverse, l’altezza al garrese di solito non supera i 40 cm, con una media di 20-30 cm.

🐶 Quali cani piccoli possono essere lasciati a casa da soli?

Fra i cani di taglia piccoli più indipendenti troviamo molti Terrier, i cani nordici come lo Swedish Vallhund o lo Schipperke, i Norrbottenspets, i Beagle, anche i Corgi. Al contrario, fra le razze di cani più ipersensibili che soffrono molto la lontananza dal padrone, troviamo Maltipoo, Bassotto, Bolognese e Yorkshire.

🐩 Qual è la razza di cani più pigra?

Lo Shih Tzu

Lo Shih Tzu Ã¨ un cane simpatico e generalmente amichevole che può essere addestrato con successo e che non è particolarmente amante del mondo esterno. A questa razza piace stare accanto al padrone, accoccolarsi accanto a lui e godersi di tutti i vizi che gli daremo. Lo Shih Tzu è un perfetto cane da compagnia da salotto, fedele e molto affezionato, dalle poche pretese quando si parla di spazio. Per lui seguirci per tutta casa come un’ombra può già essere una dose di movimento sufficiente.