Come si calcola l’età di un cane in anni umani?

Questa entra di diritto nella top 5 delle domande che più spesso mi vengono fatte.

La credenza comune tende a paragonare ogni anno di vita di un cane a 7 di quelli umani; questo è un tipo di calcolo eccessivamente approssimativo e non tiene conto di molti di fattori come:

  • taglia
  • razza
  • età
  • alimentazione
  • tipo di attività fisica

“Un anno” è e resta un’unità di misura oggettiva e immutabile nel corso del quale possono avvenire enormi cambiamenti nella fisiologia di un cane e, a seconda di quale anno in particolare stiamo prendendo in esame, la rilevanza di questi cambiamenti può variare in maniera consistente. L’idea di poterlo paragonare ad un numero x di anni umani, resta piuttosto inconcludente, soprattutto perché la velocità con cui l’organismo canino si sviluppa, cambia moltissimo in base alla fase della vita che sta attraversando.

Per approfondire meglio questo concetto bisognerà anche prendere in considerazione la vita media di un cane paragonando quella di un cane di taglia piccola a quelle dei cani di taglia media, grande e gigante.

In senso generale più la taglia del cane è ridotta, più lui sarà longevo.

Età media di un cane

Età-media-di-un-cane

Parlando in cifre, l’età media di un cane sotto i 10 kg si aggira intorno ai 15-16 anni. Questa cifra viene ritoccata verso il basso quanto più la taglia del cane cresce, infatti in razze giganti come l’Alano o il Mastiff si considerano aspettative di vita tra gli 8 e i 10 anni.

Si parla sempre di età media o di aspettativa di vita perché questi valori possono essere modificati da una serie di fattori sopracitati e anche da altri come la spinta selettiva esercitata dall’uomo oltre che dall’onnipresente sfortuna.

Un cane che si alimenta con una dieta sana e bilanciata avrà, ovviamente, un’aspettativa di vita maggiore rispetto ad un suo pari in taglia sottoposto ad una dieta povera e squilibrata.

Razze predisposte geneticamente a sviluppare vari tipi di patologie o la cui conformazione fisica, selezionata dall’uomo, comporta dei deficit funzionali, avrà una vita drasticamente più breve di appartenenti a razze di pari taglia prive di tali tare genetiche.

E ancora, soggetti costantemente sottoposti ad attività fisica non logorante, avranno sicuramente un corpo più resistente alle malattie e più funzionale di quello di soggetti identici ma dalla vita sedentaria che influisce negativamente sulla funzionalità cardiaca, sul sistema immunitario, sullo sviluppo muscolo-scheletrico e sull’umore.

Insomma, come per l’essere umano, la genetica, lo stile di vita e la fortuna influiscono enormemente sulla longevità di ogni cane.

Per questo motivo adoperare un metro fisso di paragone tra la durata delle nostre vite con quella dei nostri amati cuccioli porterebbe solo a paradossi come paragonare un cane di taglia gigante di oltre 15 anni di età, ad un uomo di 200 anni, cosa ovviamente irreale.

Consideriamo la fase di sviluppo

fase-di-sviluppo

Un metodo più coerente per paragonare la vita di un cane alla nostra sarebbe quello di inserire anche la fase di sviluppo in cui si trova nel nostro metodo di calcolo.

1 anno

Il primo anno di età è quello durante il quale la maturazione di Fido avrà la velocità maggiore e, a seconda di razza e taglia, può avere valori differenti.

Un cane di taglia piccola, ad un anno di età, avrà raggiunto la maturità sessuale e sarà vicino a quella comportamentale, per cui sarebbe corretto paragonarlo ad un ragazzo di circa 15-16 anni.

Un cane di taglia gigante della stessa età si starà appena affacciando ai misteri della riproduzione e sarà ben lontano dall’essere maturo da un punto di vista comportamentale; in pratica stiamo parlando di un bambinone di oltre 40 kg di peso.

2 anni

Nel corso del secondo anno di età, la maggior parte dei cani saranno ormai maturi ad eccezione di soggetti di taglia veramente importante, che richiederanno ancora qualche mese. In questa fase uno Yorkshire Terrier sarebbe paragonabile ad un giovane uomo di circa 28 anni di età mentre un Alano sarebbe poco più che ventenne.

Dai 3 anni in su…

Da questo punto in poi la velocità di maturazione/invecchiamento subisce un forte rallentamento e, paragonando le varie aspettative di vita relative alle varie taglie, potremmo paragonare un anno di vita canino a 4-5-6-7 anni di vita umani con valori crescenti al crescere della taglia.

Ultime considerazioni

Detto tutto questo, non sono poi così rare combinazioni di fattori che possono portare a longevità anche doppie rispetto alle aspettative e ricordatevi che l’attenzione e l’amore del proprietario che dovrà essere sempre pronto a consultare un medico veterinario al bisogno, sono fattori senza i quali tutti gli altri possono contare molto poco.